Questo articolo è stato letto 27 volte

Esenzione bollo auto: storiche, gpl e disabili. Cosa dice la legge 104

bollo

Dopo aver esaminato nel dettaglio pagamenti, scadenze e calcoli online riferito al bollo auto, passiamo al particolare soffermandoci su chi non è soggetto al pagamento della tassa automobilistica per eccellenza. Lo scorso 31 gennaio 2013 è stato l’ultimo giorno per pagare il bollo auto, ed è utile ricordare i casi in cui la legge prevede l’esenzione dal pagamento proprio del bollo, ossia vetture storiche, a gpl e per i soggetti disabili.

 

Esenzione bollo auto disabili

Partendo dall’esenzione per i soggetti invalidi e portatori di handicap, questi possono chiedere  l’esenzione per il pagamento del bollo auto. I soggetti richiedenti in tal caso possono essere i non vedenti e sordomuti, portatori di handicap psichico o mentale titolari di indennità di accompagnamento, disabili con gravi limitazioni della capacità di deambulazione o pluriamputati, disabili con ridotte capacità motorie, anche con limitazione della deambulazione non grave. Autoveicoli e motocarrozzette, nonché quelli adibiti al trasporto promiscuo con cilindrata non superiore ai 2.800 cc.

L’esenzione dal pagamento del bollo auto è valida anche se il veicolo non è intestato al soggetto disabile, ma ad un suo parente  di cui il disabile è fiscalmente a carico. Occorre in ogni caso fare apposita richiesta di esenzione all’Ufficio Tributi della Regione di appartenenza, allegando la certificazione medica che attesta l’invalidità.

 

Esenzione bollo auto GPL e metano

A godere dall’esenzione dalla tassa automobilistica, sono anche le auto alimentate esclusivamente a gas, come metano e GPL, ma un’esenzione parziale, ossia una riduzione del 75% sulla tassa automobilistica in oggetto. A godere dell’esenzione parziale sono anche le auto elettriche, che per i primi 5 anni di immatricolazione non pagano alcunchédopo godono di una riduzione del 75%, mentre in regioni come Lombardia e Piemonte, l’esenzione è sempre totale.

 

Esenzione bollo auto storiche e d’epoca

Da ultimo, nella casistica dell’esenzione dal pagamento del bollo auto, rientrano anche le vetture storiche, ossia quelle con almeno 20 anni di età, a differenza delle auto d’epoca che di anni ne devono avere almeno 30. Proprio per le auto storiche si prevede il pagamento di un bollo in misura fissa, mentre sono esenti dalla tassa automobilistica  le autovetture d’epoca.

Per gli autoveicoli e i motoveicoli di particolare interesse storico e collezionistico, si pensi ad esempio a quelli costruiti per gare, sfilate e competizioni, che devono essere specificatamente individuati dall’ASI (Automotoclub Storico Italianoe dalla FMI (Federazione Motociclistica Italiana), l’esenzione bollo auto si applica dal ventesimo anno.

Nella prossima puntata dedicata al bollo auto, parleremo di tutte le agevolazioni per l’acquisto di auto particolari per i soggetti disabili.

 

MotoriOggi.it

One thought on “Esenzione bollo auto: storiche, gpl e disabili. Cosa dice la legge 104

  1. non risulta negli uffici dell’A.C.I bisogna pagare il bollo a 100% cosa bisogna fare uno che ha una automobile benzina gol nuova di 1 anno Grazie Ettore Pastore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *