Questo articolo è stato letto 1 volte

Integra il reato di estorsione il comportamento del datore di lavoro che, con la minaccia di licenziamento, costringe i dipendenti a violazioni di legge (nel caso in questione cronotachigrafo manomesso e violazione tempi di guida). Cassazione penale, sez. II, 23/1/2013, n. 3426

integra-il-reato-di-estorsione-il-comportamento-del-datore-di-lavoro-che-con-la-minaccia-di-licenziamento-costringe-i-dipendenti-a-violazioni-di-legge-nel-caso-in-questione-cronotachigrafo-manomess.jpg

Vedi il testo della sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *