Questo articolo è stato letto 0 volte

Avvisa la cognata delle corna del marito: è molestia e disturbo ex art. 600 codice penale

Che col cellulare oggi si faccia quasi tutto lo sappiamo. E col cellulare si può anche molestare.
Un conto è un SMS, altra cosa più SMS.  E così, la Corte di Cassazione Penale, sez. I, sentenza 17.01.2013 n. 2597 ha precisato  che due SMS possono essere idonei a recare molestia e disturbo.

Nei fatti cosa si verifico? La parte lesa aveva ricevuto un SMS il 30.12.2006 dal seguente tenore: “è giusto che tu lo sappia,  S. da sempre ti fa le corna, povera cretina, sei l’unica a non saperlo, forse”. Forse con solo questo SMS non si sarebbe configurato il reato, ma congiuntamente al secondo non si sono dubbi per la Suprema Corte. Infatti il secondo SMS recitava “d’altronde una mediocre come te che si aspettava? Tuo marito è un bel ragazzo e tu una befana, non ti resta che fare la cornuta contenta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *