Questo articolo è stato letto 3 volte

Ancora il Ministero sulla sosta a pagamento. Parere MIT 15/1/2013, prot. n. 370

ancora-il-ministero-sulla-sosta-a-pagamento-parere-mit-1512013-prot-n-370.jpg

Se da un lato si condivide l’interpretazione secondo la quale l’articolo 7, comma 15, non si applica per la sosta a pagamento senza limitazioni di tempo, dall’altro si continua a non condividere la seconda tesi per cui la sosta oltre il periodo per il quale è stata pagata la tariffa non costituirebbe violazione al codice della strada, ma solo inadempienza contrattuale soggetta al recupero della
tariffa. Peraltro, a parere dell’autore di questo servizio, l’applicazione di tale assunto potrebbe determinare una responsabilità contabile, se non una omissione penalmente rilevante, il non procedere alla contestazione della violazione. Sul punto pare essersi soffermata anche la Corte dei Conti, Sezione giurisdizionale per la Regione Lazio, con la recente sentenza 19/9/2012 n. 888

Vedi il testo della circolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *