Questo articolo è stato letto 0 volte

Ecoincentivi auto 2013

benzina

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.36 del 12.02.2013, il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico dell’ 11 Gennaio 2013, attuativo dell’ articolo 17-bis del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, in merito agli ecoincentivi auto 2013 per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di CO2, che sono operativi dal trentesimo giorno successivo alla sua pubblicazione, ovvero dal 14 marzo 2013.

 

Il contributo sugli ecoincentivi auto 2013 è riconosciuto a favore dei soggetti che:

 

  • acquistano in Italia – anche in leasing – un veicolo nuovo a basse emissioni nel periodo dal 14.03.2013 (30° giorno successivo all’entrata in vigore del Decreto dell’11.01.2013) fino al 31.12.2015 (così come modificato dalla Legge di conversione L. 7 agosto 2012, n. 134);
  • consegnano per la rottamazione un veicolo di cui sono proprietari o utilizzatori (nel caso del leasing).

Sono ammessi alle agevolazioni i veicoli a basse emissioni complessive acquistati e immatricolati nel periodo indicato,  pubblici o privati, destinati all’uso di terzi come definito dall’art. 82, commi 4 e 5, del codice della strada, allorquando un veicolo e’ utilizzato, dietro corrispettivo, nell’interesse di persone diverse dall’intestatario della carta di circolazione. L’uso di terzi comprende:

  1. locazione senza conducente;
  2. servizio di noleggio con conducente e servizio di piazza (taxi) per trasporto di persone;
  3. servizio di linea per trasporto di persone;
  4. servizio di trasporto di cose per conto terzi;
  5. servizio di linea per trasporto di cose;
  6. servizio di piazza per trasporto di cose per conto terzi.

 

Sono altresì ammessi alle agevolazioni i veicoli a basse emissioni complessive acquistati e immatricolati nel periodo indicato, utilizzati nell’esercizio di imprese, arti e professioni, e destinati ad essere utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività’ propria dell’impresa.

 

Nei limiti delle risorse sono ammessi alle agevolazioni i veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 inferiori a 95 g/km acquistati da parte di tutte le categorie di acquirenti.

 

Per quanto riguarda l’entità dei contributi degli ecoincentivi auto 2013, a coloro che acquistano in Italia, anche in locazione finanziaria, un veicolo nuovo di fabbrica a basse emissioni complessive sono riconosciuti i seguenti contributi:

 

  1. Per gli acquisti effettuati negli anni 2013 e 2014:
    1) 20 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 5.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;
    2) 20 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 4.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;
    3) 20 per cento del prezzo di acquisto fino ad un massimo di 2.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.
  2. Per gli acquisti effettuati nell’anno 2015:
    1) 15 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 3.500 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;
    2) 15 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 3.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;
    3) 15 per cento del prezzo di acquisto fino ad un massimo di 1.800 euro, per veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

I rivenditori registrati all’area loro riservata sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico potranno effettuare, tramite l’apposita piattaforma, la prenotazione dei contributi per i veicoli acquistati e immatricolati a partire da subito.

 

MotoriOggi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *