Questo articolo è stato letto 0 volte

Roma, niente più elicottero per i vigili. Tar blocca l’accordo con la Forestale

ROMA – Niente più elicottero per i vigili urbani della Capitale: il Tar ha accolto il ricorso dell’azienda privata cui era appaltato il servizio dal 1999 e che lo scorso anno il sindaco Alemanno ha dovuto liquidare. In alternativa era stato siglato un accordo tra il Comune e la Forestale per l’utilizzo in comune dell’elicottero, ma i giudici amministrativi ora hanno bloccato il tutto.

E i vigili restano a terra perché, nell’ingorgo istituzionale, senza quel velivolo vengono meno i controlli sul territorio, per i reati ambientali, per mappare le zone a rischio e monitorare il traffico.

L’elicottero “d’oro” privato, ad uso della Polizia Municipale dal 1999, costava la bellezza di 4 milioni di euro circa. La querelle sull’eccessivo costo del servizio si trascinava da lungo tempo, perciò lo scorso anno era stato chiesto e ottenuto il blocco del bando con la compagnia privata. Costi dimezzati, dai 4,4 milioni per 720 ore del privato, ai 2 milioni per 800 ore rimborsati alla Forestale alla quale vengono versati 2500 euro per ogni ora di volo. Contro i 6.500 di prima.

Ma dinanzi al Tar la società appaltatrice è riuscita a dimostrare che il costo di 2500 euro l’ora rappresenta in teoria “un valore di mercato che praticano gli attuali operatori economici del settore”. Facendo così decadere la polemica sugli eccessivi costi del servizio.

Per sopperire al servizio cancellato, il Campidoglio aveva firmato una convenzione, con durata trenta mesi, all’interno del Patto per Roma Sicura che puntava, oltre che a risparmiare condividendo il velivolo, a una nuova sinergia tra i due enti: grazie al controllo dall’alto, Campidoglio e Corpo Forestale dovevano operare congiuntamente per aggiornare la “mappa del rischio” a Roma.

Ora è tutto bloccato, sperando che l’impasse non si traduca in un ulteriore aggravio sulle casse comunali.

Fonte: www.blitzquotidiano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *