Questo articolo è stato letto 1 volte

Torrevecchia, velox senza vigili in auto «Multe illegittime»

TORREVECCHIA. L’autovelox in funzione, le auto che passano, le multe che fioccano. Ma i vigili non ci sono. Federconsumatori parte all’attacco contro il Comune, dopo una segnalazione da parte di un automobilista che ha immortalato l’auto della polizia locale senza nessuno a bordo. «La dimostrazione, l’ennesima, che molte amministrazioni se ne infischiano di norme e regolamenti del codice della strada, e poi si accaniscono con veri e propri agguati – tuona il presidente di Federconsumattori di Pavia, Mario Spadini –. L’obiettivo, alla fine, è sempre il solito: fare cassa senza troppa fatica».

L’associazione ora, grazie alla collaborazione dei cittadini, lancia una nuova crociata: controllare chi controlla. «La segnalazione è precisissima – spiega ancora il presidente di Federconsumatori –. Lo scorso 7 maggio, alle ore 13, lungo la provinciale 412, c’era una macchina della polizia locale parcheggiata nel piazzale. Praticamente nascosta da un grosso albero per chi proveniva da quella direzione. Naturalmente a bordo della vettura c’era l’autovelox. In funzione». Peccato però che la presenza della pattuglia non fosse segnalata prima, come previsto dal codice della strada. E soprattutto che la pattuglia non fosse nemmeno presente. «Siamo di fronte a dei comportamenti vessatori da parte della polizia locale che spesso lei per prima non rispetta le regole – aggiunge Spadini –. Ma la gente è stufa di subire». Federconsumatori ha già consegnato tutto al prefetto, perchè valuti il daffarsi. «Al momento non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta – sottolinea però Spadini –. Confidiamo nel fatto che anche l’autorità di governo sul territorio si prenda a cuore l’utilizzo disinvolto che spesso si fa dei sistemi di controllo della velocità. Come in questo caso a Torrevecchia».

Il sindaco del paese si dice sorpreso, ma va cauto su quanto denunciato da Federconsumatori. «Prima di lanciare accuse, bisogna capire bene cosa è successo –dice Roberto Nassi –. I nostri vigili non sono certo degli sprovveduti e soprattutto hanno una grande esperienza. Si sono mostrati sempre molto professionali in tutte le circostanze. Può anche darsi che l’autovelox non fosse in funzione in realtà e l’auto fosse posteggiata lì solo come deterrente. Su quel tratto di strada la gente va troppo forte, a volte al doppio della velocità consentita. Questo stratagemma ha funzionato lo scorso anno, perchè le auto vanno più piano e noi abbiamo dato la metà delle multe rispetto all’anno prima».

«Detto questo – conclude il sindaco – è chiaro che se ci sono state delle responsabilità andremo in fondo a questa faccenda. Ma dovranno essere dimostrati eventuali comportamenti illegittimi».

Fonte: laprovinciapavese.gelocal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *