Questo articolo è stato letto 11 volte

Titolare di un negozio a Modena multato per aver appeso la bandiera italiana e lo stendardo dell’Ue

polizia_municipale

Nei giorni scorsi, i vigili urbani hanno multato il titolare di un’enoteca in via San Paolo per appendere due bandiere vicino alla porta del suo locale. Il commerciante farà ricorso alla commissione europea per il ‘caso bandiera’.
Il commerciante multato e Marc Busin, proprietario della ‘Balsamicheria’, l’enoteca di via San Paolo 33 affacciata su piazzale Redecocca. Il fatto è che Busin aveva appeso vicino alla porta del suo locale due bandiere, il Tricolore e lo stendardo dell’Ue.
Per questo fatto dovrà pagare 413 euro dato che, secondo la Polizia Municipale , non consente che vengano installate due insegne a bandiera e cavalletto pubblicitario sul marciapiede.
Ma è curioso perché sulle bandiere non ci sono marchi o scritte che reclamizzino il locale, così come sul marciapiede non c’è alcun cavalletto. Il titolare del negozio spiega ad un quotidiano locale: “Non possiamo nemmeno essere orgogliosi della nostra bandiera. È incredibile, è un modo per svilire l’Italia”.
In seguito aggiunge: “Dopo che finalmente il Comune ha dato l’ok alla perimetrazione dei dehors ho chiesto l’autorizzazione per il gazebo, costruito a mie spese. L’ho costruito senza attingere al fondo messo a disposizione dall’amministrazione, rispettando la normativa. E ora mi vedo multato perché non ho provveduto a rimuovere il perimetro entro il 31 marzo. Se non l’ho fatto è solo a causa del freddo e del maltempo. Non potevo certo permettere che piovesse dentro. Visto il meteo, il Comune poteva anche darci una deroga o comunque chiudere un occhio, venirci incontro, considerato anche il momento di crisi economica”.
Altri 206 euro di sanzione per non aver ‘aperto’ il gazebo anche se fino a ieri la temperatura era invernale. Infine altri 1.238 euro di multa poiché il dehor ha una pedana lignea e non poggia direttamente sul lastricato della piazza e perché il perimetro è di 4 lati su 3 autorizzati.
Su questo fatto il titolare del negozio sottolinea: “Per quanto riguarda i lati, abbiamo l’autorizzazione per 4, basta guardare il progetto. Per quanto riguarda la pedana, era impossibile non metterla anche per permettere l’accesso al gazebo ai disabili. Mi hanno detto di scrivere due righe per motivare le difformità, l’ho fatto. Non avendo avuto risposta, ho ritenuto valida la regola del silenzio-assenso. Invece poi sono arrivati i vigili a fare le multe. Duemila euro in tutto, che non ho intenzione di pagare. Farà ricorso sia al Tar per il gazebo sia alla commissione europea per il ‘caso bandiera’.

 

Fonte: polnews.it

Fonte:

3 thoughts on “Titolare di un negozio a Modena multato per aver appeso la bandiera italiana e lo stendardo dell’Ue

  1. Lo sappiamo benissimo che con le normative è impossibile essere in regola. Ciò spiega perché aprono soltanto negozi e bazar gestiti da africani.

    Ma forse e questo che vogliono, i Modenesi tutti ai Portali e Grand Emilia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *