Questo articolo è stato letto 8 volte

Viterbo – Polizia locale, firmata la convenzione per la gestione associata

vigili_verbale

Un comandante, due istruttori direttivi, sette istruttori di vigilanza e due ausiliari del traffico. E’ stato ufficialmente presentato questa mattina, nella sala consiliare del Comune di Soriano nel Cimino, il nuovo Corpo Associato di Polizia Locale. Presenti alla conferenza stampa, oltre al prefetto di Viterbo Antonella Scolamiero e al comandante provinciale dei carabinieri il colonnello Gianluca dell’Agnello, anche i sindaci dei comuni coinvolti dalla nuova gestione associata: il sindaco di Soriano nel Cimino Fabio Menicacci, Alessandro Romoli di Bassano in Teverina, Roberto Furano di Bomarzo e il sindaco di Vitorchiano Nicola Olivieri.

A seguito dell’approvazione della legge n.135/2012 e, in particolar modo dell’articolo 19, in merito all’individuazione delle funzioni fondamentali dei Comuni e delle modalità di esercizio associato dei servizi, Soriano nel Cimino, Bassano in Teverina, Bomarzo e Vitorchiano hanno firmato la convenzione, che avrà durata un anno, per la gestione associata del servizio di polizia locale.

La sede del comando generale è stata localizzata a Soriano nel Cimino, ritenuto “capo convenzione”,  mentre gli uffici della polizia locale degli altri comuni saranno considerati come sedi distaccate.  “Dopo aver istituito la gestione  associata di un centro di raccolta di rifiuti differenziati – ha affermato il sindaco di Soriano nel Cimino, Fabio Menicacci – che nel corso del tempo ha sortito gli effetti sperati, vale a dire un’ottima organizzazione e l’efficacia del servizio per lo smaltimento (nel mese di febbraio la raccolta differenziata, nel Comune di Soriano, ha raggiunto un valore pari al 71,45%) oggi presentiamo questo nuovo servizio associato, perfettamente in linea con la normativa nazionale vigente”.

Il comandante del corpo di polizia locale, Antonio Presutti, sarà responsabile verso ciascun sindaco dei Comuni associati, svolgendo attività di contenuto tecnico, gestionale e di coordinamento delle operazioni; si occuperà della istruzione delle pratiche e dei provvedimenti specifici ed elaborerà dati e programmi nelle materie di competenza.

“Mi fa molto piacere – ha aggiunto nel corso della conferenza stampa il prefetto di Viterbo, la dott.ssa Scolamiero – che questa nuova istituzione possa essere di supporto alla popolazione: magari con qualche multa in meno e qualche aiuto in più. Sono sicura che questo sarà il vero significato della convenzione: tutelare l’incolumità della popolazione contribuendo, sinergicamente, alla sicurezza del territorio”.

 

Fonte:  www.viterbonews24.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *