Questo articolo è stato letto 3 volte

Memoria relativa al punto dell’efficacia della notifica per compiuta giacenza o deposito ai fini dell’obbligo di comunicare i dati del conducente (G. Carmagnini)

memoria-relativa-al-punto-dellefficacia-della-notifica-per-compiuta-giacenza-o-deposito-ai-fini-dellobbligo-di-comunicare-i-dati-del-conducente-g-carmagnini.jpg

È pacifico che l’articolo 126-bis prevede l’obbligo di comunicare i dati del conducente, dando termine di 60 giorni dalla notifica del verbale per l’adempimento, decorsi i quali si applica la sanzione amministrativa pecuniaria prevista dalla citata norma, salvo ricorra un “giustificato e documentato motivo”.

Si discute se il giustificato e documentato motivo, da ricondursi alla carenza dell’elemento soggettivo, ovvero a una causa di non punibilità della condotta, possa risiedere anche nell’omesso ritiro del verbale contenente l’intimazione, a seguito di una notifica ex articolo 140 o 143 del codice di procedura civile, ovvero di una notifica postale per compiuta giacenza, ovviamente quando il procedimento sia corretto e documentato…

Continua a leggere 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *