Questo articolo è stato letto 5 volte

Passeggero senza cintura di sicurezza e lesioni: di chi è la colpa?

cintura-sicurezza

cintura-sicurezzaLa colpa è di entrambi, cioè sia del conducente (che era tenuto a farle utilizzare al passeggero) che del passeggero (che non utilizzandole, ha sicuramente aggravato l’entità delle sue lesini).
Il principio sancito dalla Cassazione Sezione IV Penale (Sentenza 9 maggio – 6 giugno 2013, n. 25138 – Presidente Sirena – Relatore Massafra) non si discosta dalla giurisprudenza degli ultimi anni.
In sostanza, ferma restante una responsabilità a carico del veicolo che ha avuto causa o concausa nell’evento infortunistico, per le lesioni del passeggero è necessario fare una precisa valutazione.
Valutare cioè se il mancato utilizzo dei sistemi di ritenuta ha contribuito ad aggravare l’entità delle lesioni, oppure a determinare la morte del soggetto.
Se si accerta questo, il conducente risponde in concorso del reato di lesioni colpose (oppure omicidio colposo) col responsabile dell’evento infortunistico (rischiando pertanto al sospensione del titolo di guida per effetto degli articolo 222 e 223 cds), mentre la corresponsabilità del passeggero inadempiente nell’utilizzo, determinerà una riduzione del risarcimento nella misura ritenuta concorrente

One thought on “Passeggero senza cintura di sicurezza e lesioni: di chi è la colpa?

  1. AOSTA. Un’automobilista torinese di 29 anni è stata condannata a 18 mesi di carcere dal giudice monocratico del Tribunale di Aosta per un incidente mortale avvenuto due estati fa sulla strada regionale di Saint-Denis tra un suv e un’automobile.

    Il giudice ha disposto la sospensione della pena e la “non menzione”.

    La vittima viaggiava senza cintura allacciata sull’auto guidata dalla madre. Nello scontro riportò gravi ferite alla testa che ne causarono la morte alcune ore dopo in ospedale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *