Questo articolo è stato letto 0 volte

Vacanze estive? Sempre di piu’ in auto, spesso quella a noleggio

traffico_autostrada

traffico_autostradaAnche se le previsioni indicano che solo i 44% degli italiani partirà’ tra luglio e agosto per le vacanze estive (erano il 43% nel 2012 ma il 56% nel 2010), coloro che sceglieranno l’automobile come mezzo di trasporto restano la grande maggioranza, il 65%. Seguono l’aereo (21%) e il treno (7%) alla pari con altri mezzi (7%).

E’ quanto risulta da una ricerca realizzata dall’Osservatorio Europcar-Doxa sugli stili di vacanza degli italiani, presentata durante un evento a Milano. Giunto alla nona edizione questo dossier fotografa una situazione con alcuni interessanti cambiamenti. Cresce, ad esempio, l’intermodalità’, soprattutto nel caso dei viaggi con lunghe tappe di trasferimento. Il 28% di chi viaggia in aereo ha dichiarato agli intervistatori di noleggiare un’auto. In generale e’ in crescita il numero (13%) di chi va in vacanza pensando che sicuramente o probabilmente useràun’auto a noleggio.

Questa percentuale era al 10% nel 2012 e al 7% nel 2011. Secondo Europcar-Doxa questo dato e’ conseguenza della diffusione del trasporto aereo, soprattutto di tipo low cost, ma anche delle esigenze di risparmio delle famiglie italiane, che in molti casi hanno ‘tagliato’ una delle due auto di casa, tenendo solo quella da citta’ e noleggiandone una adatta alle vacanze.

Aumenta, inoltre, la sensibilita’ per il semplice ‘utilizzo’ del mezzo, anche perché l’auto di proprietà viene percepita come sempre più costosa per effetto dell’usura, per il caro-carburante e per le tariffe assicurative (anche se, sempre più spesso, sono calibrate sui chilometri effettivamente percorsi).

La ricerca Europcar-Doxa conferma che le località di mare sono le destinazioni privilegiata dagli italiani (67%), seguite a distanza da montagna e collina (18%), citta’ d’arte (6%), tour (3%) a pari merito con lago, campagna o altre destinazioni. In Italia i viaggi avranno prevalentemente come meta la Puglia ancora, seguita da Toscana, Sardegna e Liguria. Il 26% dei vacanzieri 2013 andra’ invece all’estero (era il 19% lo scorso anno), principalmente in Paesi low cost come Spagna, Grecia, Croazia, che insieme pesano per circa il 50% delle destinazioni straniere.

 

Fonte: www.motorioggi.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *