Questo articolo è stato letto 1 volte

Napoli. Vigili e consiglieri municipali «spie» anti evasione: soldi in cambio di denunce

soldi2

soldi2Quattrocento consiglieri di municipalità più i presidenti e gli assessori: tutti in campo per combattere evasori ed evasione fiscale. Nel bilancio in via di approvazione, quella delle riscossione è una delle parti più qualificanti. Cosa significa?

Le Municipalità segnalano l’evasore alla Polizia municipale che fa gli accertamenti, se la segnalazione è «qualificata» le somme recuperate andranno per il 50 per cento al bilancio delle Municipalità stesse e per il 20 al corpo dei vigili urbani. Si chiamano incentivi per porre un argine a una piaga che a Napoli assume proporzioni gigantesche e preoccupanti, ma soprattutto squilibrano la democrazia. Prendiamo la Tares, è accertato che su una platea di contribuenti pari a circa 490mila ce ne sono oltre 130mila che evadono utilizzando l’escamotage del reddito Isee.

Dichiarando solo 9000 ero annui e quindi ottenendo anche le agevolazioni. Una beffa nella beffa. Più in generale i dati non ufficiali, ma molto vicini alla realtà, parlano di un pacchetto di evasori che a Napoli, per quello che riguarda i tributi locali si aggira attorno al 40 per cento, significa che 4 su 10 eludono. Di qui la necessità di inventarsi tutti gli strumenti utili e normati dalla legge per far venire allo scoperto chi non paga le tasse facendo caricare il costo dei servizi sulle spalle di tutti: dalla refezione scolastica fino ai trasporti e ai rifiuti.

Perché dovrebbe funzionare la mission affidata ai consiglieri di Municipalità? Intanto perché non è l’unica arma messa in campo: l’incrocio delle banche dati e i protocolli di intesa con la Guardia di finanza dovranno cominciare a dare i risultati sperati. E poi i consiglieri di Municipalità sono i veri occhi e orecchie sul territorio hanno la possibilità di avere accesso a informazioni molto dettagliate. Nella delibera di Bilancio questa partita sta al capitolo «Indirizzi per il contrasto all’evasione ed all’elusione dei tributi locali».

 

Fonte: www.polnews.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *