Questo articolo è stato letto 0 volte

Parma, la Municipale torna a supportare polizia e carabinieri

PARMA – La polizia municipale ieri ha dovuto supplire all’assenza di pattuglie della polizia di stato e dei carabinieri, intervenendo in via d’Azeglio per un caso di furto. Due minorenni infatti sono state denunciate nel tentativo di rubare abbigliamento in un negozio dell’Oltretorrente. Le due minori, accompagnate nel comando di polizia municipale di via del Taglio, sono state denunciate per furto aggravato. “Il fenomeno è sempre più frequente” scrive in una nota il Comune di Parma, per cui “per cercare di prevenire simili comportamenti, l’amministrazione si è impegnata a fornire una significativa collaborazione a polizia di stato e carabinieri, a prescindere dai compiti istituzionalmente e storicamente attribuiti e purtroppo non sempre riconosciuti”. 

GLI SCANDALI – E’ la prima volta che viene ufficializzato il ritorno della Polizia Municipale nello svolgimento di funzioni di ordine pubblico solitamente di competenza di carabinieri e polizia. La Municipale infatti, dopo le bufere del 2008 con il caso di Emmanuel Bonsu (picchiato da alcuni agenti della municipale) e della prostituta nigeriana (reclusa in una cella del Comando di via del Taglio) non era ancora stata coinvolta direttamente dalla Prefettura o dalla Questura in attività connesse con la tutela dell’ordine pubblico. Ma pare che questa sia la svolta a cui il nuovo comandante Patrizia Verrusio si stia orientando. Lo si è visto anche con gli interventi per la chiusura di due ortofrutta abusivi nella periferia della città.

Fonte: www.parmaonline.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *