Questo articolo è stato letto 0 volte

Costa caro prendere le parti sbagliate

E’ quanto accaduto ad un gruppo di persone che assistendo ad una resistenza attiva posta in essere con violenza nei confronti di un pubblico ufficiale da altra persona con la quale partecipava ad una comune manifestazione collettiva, anziché astenersi, o meglio aiutare il pubblico ufficiale, ha rafforzato col proprio comportamento non collaborativo e minaccioso l’altrui azione offensiva aggravandone gli effetti a danno dell’agente di polizia. In questo senso Cassazione penale sez. VI – sentenza 19.04.2013 n. 18242.

In sostanza la Cassazione ha espresso con chiarezza il proprio punto di vista in merito a situazioni che, in particolari aree geografiche (si pensi alcuni quartieri di città difficili), oppure stagionali (si pensi alle rivolte dei bagnanti sulle spiagge per proteggere i venditori abusivi collegati al racket), sono all’ordine del giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *