Questo articolo è stato letto 0 volte

Verona, al volante ubriachi o drogati. Aumento “allarmante” dei casi in città

In media 25-30 al mese, con punte di oltre 40 nei mesi di marzo e luglio. Il comandante della Municipale, Altamura: “Il dato maggiormente preoccupante è l’impennata di casi in cui erano positivo sia all’alcol che alle droghe”.

Sono in aumento a Verona i conducenti sorpresi alla guida in condizioni psicofisiche alterate, a causa dell’abuso di alcol o per l’assunzione di sostanze stupefacenti. Secondo i dati elaborati dalla polizia municipale, dall’inizio dell’anno sono oltre 300 i conducenti sorpresi alla guida in stato di alterazione, in media 25-30 al mese, con punte di oltre 40 nei mesi di marzo e luglio scorsi. “Registriamo un aumento di conducenti che si mettono alla guida in condizioni psicofisiche alterate da alcol e droghe – è il commento del comandante Luigi Altamura – e il dato maggiormente preoccupante è l’aver rilevato, tra fine settembre e fine ottobre, un’impennata di casi in cui il conducente era positivo sia all’alcol che alle droghe”.

Dei 22 conducenti positivi ai test, al momento in linea con la media complessiva, 13 automobilisti erano in stato di ebbrezza grave con alcolemia superiore a 1,5 grammi per litro e nove sono risultati positivi anche alle sostanze psicoattive. Questi ultimi sono tutti rimasti coinvolti in incidenti stradali accaduti in città e nei quali la polizia municipale era intervenuta per i rilievi di legge. “Si tratta di una situazione allarmante – conclude Altamura – poiché l’arrivo del maltempo e di un asfalto particolarmente viscido impone maggiore attenzione e capacità di guida, condizioni che chi guida in stato di alterazione non può garantire, mettendo a rischio la sua incolumità e quella di altre persone.
È in arrivo anche il lungo fine settimana di Halloween, con le decine di feste già individuate alle quali parteciperanno migliaia di giovani: il rischio è quello di registrare sulle strade veronesi anche un aumento di incidenti tra adolescenti e neopatentati”.  

Fonte: www.veronasera.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *