Questo articolo è stato letto 2 volte

Perché si applichi l’aggravante di cui all’articolo 186, comma 2-bis, il conducente in stato di ebbrezza deve aver provocato un sinistro e non semplicemente esserne rimasto coinvolto senza responsabilità – Cassazione penale, sez. IV, 13/9/2013, n. 37743

perch-si-applichi-laggravante-di-cui-allarticolo-186-comma-2-bis-il-conducente-in-stato-di-ebbrezza-deve-aver-provocato-un-sinistro-e-non-semplicemente-esserne-rimasto-coinvolt.jpg

Vedi il testo della sentenza

Vedi lo speciale GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *