Questo articolo è stato letto 0 volte

Tangenti a Prato per dare false residenze ai cinesi, 11 arresti

cinesi

cinesiSgominata a Prato dalla Guardia di Finanza, in collaborazione con la Polizia Municipale, una banda criminale italo-cinese che realizzava residenza false in città vendondele ai cinesi che raggiungono la cittdina toscana per lavorare nei capannoni-abitazioni.

L’operazione, che è in corso dalle prime luci dell’alba e vede impiegati oltre 500 finanzieri oltre a divesri agenti di polizia municipale pratese, ha portato all’arresto di undici persone. Fra queste anche un dipendente infedele dell’Ufficio anagrafe di Prato che in cambio di tangenti realizzava materialmente e rilasciava i falsi certificati di residenza. I reati contestati sono pesanti: corruzione, associazione a delinquere, falso e, nei confronti del funzionario dell’anagrafe infedele, falso ideologico.

“E’ un’operazione – ha sottolineato il comandante provinciale della Gdf di Prato Gino Reolon, nel presentare a SkyTg24 i primi risultati dell’operazione- che vuole anche essere una risposta decisa e forte delle Istituzioni alla tragedia dei giorni scorsi”.

 

Fontewww.tmnews.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *