Questo articolo è stato letto 0 volte

Parcheggio a pagamento: come deve essere quantificata l’area gratuita nelle vicinanze?

Il problema è noto. Sempre più spesso gli enti istituiscono aree di sosta regolamentata a pagamento senza predisporre, o predisponendole in modo insufficiente e/o irregolare, adeguati spazi gratuiti nelle vicinanze.
A seguito di un ricorso, è intervenuta la Cassazione (civile sez. VI-2 sentenza 14.06.2013 n. 14980) precisando che “incombe sul ricorrente l’onere di dimostrare l’irregolarità del parcheggio a pagamento e della mancata previsione di area per la sosta libera nelle vicinanze”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *