Questo articolo è stato letto 9 volte

Atti contrari alla pubblica decenza

reato-penale

reato-penaleProcura fastidio vedere urinare in luogo pubblico? Non necessariamente, purchè se ne esca “illesi”. Ma non è così per tutti.

La sensibilità personale, come è noto, varia da persona a persona, in base all’età, al sesso, al luogo di origine culturale, ecc
Ed infatti la Corte di Cassazione (Penale sez. III sentenza 16.09.2013 n. 37823), chiamata a valutare il comportamento di un cittadino sorpreso ad urinare in luogo pubblico (o meglio a valutare la correttezza della sentenza adottata dal Giudice di merito), ha affermato che “sono atti contrari alla pubblica decenza tutti quelli che in spregio ai criteri di convivenza e di decoro che debbono essere osservati nei rapporti tra i consociati, provocano in questi ultimi disgusto o disapprovazione come l’urinare in luogo pubblico.

Né la norma dell’art. 726 c.p. esige che l’atto abbia effettivamente offeso in qualcuno la pubblica decenza e neppure che sia stato percepito da alcuno, quando si sia verificata la condizione di luogo, cioè la possibilità che qualcuno potesse percepire l’atto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *