Questo articolo è stato letto 0 volte

Mostrano il dito medio ai vigili urbani. Raggiunti e denunciati perchè alla guida ubriachi e alterati da uso di sostanze stupefacenti

vigili_urbani_traffico

vigili_urbani_trafficoMostrare il dito medio ai vigili urbani può costare caro. Soprattutto quando si è bevuto qualche bicchiere di troppo e magari si è assunta qualche dose di cocaina. Nei giorni scorsi una pattuglia del Corpo di Polizia Locale delle Giudicarie stava viaggiando alla volta di Spiazzo Rendena per un semplice controllo amministrativo.
Ha incrociato un’automobile con a bordo due giovani che mostravano il dito medio dal finestrino indirizzato ai due militi. Dopo un’inversione a U la pattuglia ha raggiunto a sirene spiegate i due giovani nei pressi di Tione. A bordo c’erano un 22enne dell’Alta Rendena e un 24enne di Roncone.

Tutti e due con precedenti penali. Il 22enne, che appariva in evidente stato di alterazione, è stato sottoposto ad accertamenti, il cui esito – non solo ha evidenziato un tasso alcol emico cinque volte superiore alla soglia consentita – ma anche l’uso di stupefacenti. Risultato. Sospensione immediata della patente e relativa denuncia. Per cui lo spavaldo giovinotto dovrà definire prossimamente i risvolti penali al Tribunale di Trento.
Morale. Quando non si è in perfette condizioni fisiche, mai farsi prendere la mano. Tantomeno il dito. Specialmente se nei paraggi c’è una pattuglia di tutori dell’ordine!

 

Fonte: www.news.giudicarie.com

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *