Questo articolo è stato letto 0 volte

Roma – “Multe con Twitter, il no dei vigili”

social-network

social-networkL’idea del comandante della polizia locale Roma Capitale, Raffaele Clemente, di usare Twitter per le segnalazioni delle doppie file a Roma non è piaciuta ai sindacati dei vigili urbani.  L’idea del comandante di attuare lo «street control» non piace. E nemmeno l’intenzione di armare i vigili di macchina fotografica per immortalare le infrazioni «in corsa», trasformando il controllo del rispetto del codice della strada in una sorta di «industria dei verbali».

Come scrive Riccardo Tagliapietra, su Il Messaggero Cronaca di Roma: «L’iniziativa del comandante Clemente lascia a dir poco sconcertati – spiega Luigi Marucci presidente nazionale dell’Ospol, uno dei maggiori sindacati di categoria – perché, anche a prescindere dagli aspetti più propriamente professionali del trasformare il cittadino in poliziotto ausiliario, rileva gravi rischi di violazione di legge».

Secondo Marucci invitare il privato a pubblicare la targa di un automezzo su un social network com’è twitter, «porta ad una violazione della privacy del titolare dell’auto fotografata». Ciò si risolverebbe in una «gogna mediatica odiosa quanto inutile ed illegittima», continua il sindacalista «perché, da una parte non può attivare alcun intervento dell’autorità di polizia, potendosi trattare anche di un fotomontaggio e, comunque, non rilevata dal pubblico ufficiale direttamente, e quindi senza alcuna garanzia di autenticità, dall’altro, espone anche il cittadino “segnalatore” a querela o denuncia da parte di chi si vede in qualche modo esposto al pubblico ludibrio».”

 

Fonte: www.romadailynews.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *