Questo articolo è stato letto 0 volte

Trani – Polizia municipale: non è stato possibile indire un concorso?

La questione dei 16 vigili sembra essere una buona sceneggiatura per un film tragi-comico degno di una nomination all’oscar. Sembra infatti di assistere a quelle ovvietà che, se tralasciate, diventano oggetto di prevedibili e grottesche rappresentazioni. Ma non è invenzione, purtroppo è tutto vero. A pochi giorni dal 31 dicembre ci si accorge che l’anno sta per terminare e che dal 1 gennaio 16 vigili non potranno più essere riconfermati. E allora spasmodicamente si cerca di correre ai ripari, volendo recuperare “in zona Cesarini” ciò che non si è fatto prima.

Non è stato possibile indire un concorso? Questa è la lecita domanda dei tranesi. L’assessore competente Di Marzio dichiara oltretutto che l’intero organico (28 unità) è insufficiente se confrontato con il numero di abitanti della nostra città. Peccato che tale riflessione è stata sottoposta all’assessore e al Sindaco sin da giugno 2013 dal sottoscritto con apposita istanza alla quale non è mai giunta risposta. E’ quindi per questo motivo che si “prestano” vigili al Tribunale e che non si operi per tempo in ragione della scadenza del contratto? Comprendo che il nostro assessore, essendo un amministratore plurimandatario (vicesindaco, assessore comunale e assessore provinciale) deve far fronte a molti impegni e qualcosa potrebbe anche “sfuggire”. Ma tale scenario non soddisfa neanche il “minimo sindacale”.

In una qualsiasi azienda un tale evento avrebbe portato automaticamente, senza bisogno di particolari riflessioni, ad un passo indietro doveroso e rigenerante. Ma certo l’amministrazione pubblica spesso non risponde a queste logiche. Può risultare utile allora informare l’assessore che anche il prossimo 31 dicembre decreterà la fine di un nuovo anno. Non vorrei mai che tale notizia risultasse nuova e sconcertante. E potrebbe essere utile anche annotare le scadenze attraverso l’utilizzo di una agenda. Sulle scadenze…. bisogna essere vigili.

Fonte: www.traniviva.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *