Questo articolo è stato letto 0 volte

Di omicidio stradale e d’inasprimento delle norme si torna sempre a parlare dopo l’ennesimo incidente mortale causato da un’auto pirata. Questa volta sarà la volta buona? (M.V. Serio)

di-omicidio-stradale-e-dinasprimento-delle-norme-si-torna-sempre-a-parlare-dopo-lennesimo-incidente-mortale-causato-da-unauto-pirata-questa-volta-sar-la-volta-buona-m-v.jpg

L’annuncio su Canale 5 del Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, il primo giorno dell’anno, di introdurre nuove norme, entro gennaio, e di rendere più efficaci le norme già esistenti, al fine di arginare il fenomeno dei casi di omicidio commesso con violazione delle norme sulla circolazione stradale da soggetti in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, fa sorgere molti interrogativi, soprattutto agli “addetti ai lavori”, se non altro, per la tempistica e le modalità d’intervento in una materia estremamente complessa qual è appunto il c.d. “omicidio stradale”…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *