Questo articolo è stato letto 17 volte

Terra Fuochi, addio a Michele Liguori Morto vigile simbolo lotta a ecomafie

terra-dei-fuochi

terra-dei-fuochiGli erano stati diagnosticati due tumori. Il presidente Napolitano: “Cordoglio per un servitore delle istituzioni”. Lunedì i funerali.

E’ morto all’età di 59 anni Michele Liguori, il vigile urbano di Acerra che è diventato uno dei simboli della lotta contro lo sversamento di rifiuti che avvelenano la Terra dei fuochi, in Campania. Liguori, che era l’unico vigile del settore ambiente della Polizia municipale di Acerra, era affetto da due tumori che gli erano stati diagnosticati a maggio.

I funerali di Liguori saranno celebrati lunedì alle 10,30 nella chiesa di Sant’Alfonso ad Acerra, come ha fatto sapere la polizia municipale.

Il cordoglio di Napolitano – Appresa la notizia della scomparsa di Liguori, il presidente dela Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato ai familiari questo messaggio: “Partecipo al cordoglio per la scomparsa di un servitore delle istituzioni che si è adoperato nell’affrontare la situazione devastante determinata nella Terra dei fuochi”.

Il sindaco: “Era un uomo forte” – “In questo momento l’unica cosa utile che possiamo fare per Michele è portare rispetto alla sua famiglia, che ha subito questo grave lutto. Per le considerazioni ci sarà tempo”, ha detto il sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, commentando la morte del vigile. Liguori era impiegato nel nucleo ambientale del Comune e in questi anni aveva scoperto diverse discariche a cielo aperto. “Ho parlato con lui la scorsa settimana – ha aggiunto commosso Lettieri -. Era in auto nei pressi del Comune. Mi sono avvicinato a lui e gli ho chiesto come stava. Ma lui, con la forza che l’ha sempre contraddistinto, mi ha raccomandato di chiamarlo se ci fosse stato bisogno di lui. La voglia di lavorare non l’aveva abbandonato”.

“In questo momento di grave perdita per la famiglia – ha aggiunto – il Comune, il Comando vigili urbani, l’unica cosa che possono fare è stare vicino ai familiari, alla moglie, e portare loro il rispetto che meritano”.

 

Fonte: www.tgcom24

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *