Questo articolo è stato letto 0 volte

Cerano: vandalizzata l’auto del vigile urbano

vigili_urbani_napoliCopiose tracce di vernice spray rossa a coprire la parte anteriore dell’autovettura “Golf” Volkswagen: è la “firma” dell’atto vandalico ai danni dell’auto dell’agente della locale Polizia municipale Cristian De Corato.

Nella mattinata del 17 gennaio, probabilmente tra le 11.30 e le 12.30 (il sindaco Flavio Gatti sarebbe passato intorno alle 11.30 senza aver notato nulla di anomalo), una mano ignota ha infatti “colpito”, lasciando questa traccia indelebile. La “Golf” era parcheggiata tra i posteggi di piazza San Gervasio, sede della scuola primaria “Don Saino” oltre che di un noto esercizio commerciale. La zona, come noto, è oltre che centralissima anche molto frequentata, a qualsiasi ora, da numerosissimi ceranesi.
«Purtroppo – ha detto con amarezza l’agente – già due settimane fa, nello stesso parcheggio, qualcuno mi aveva danneggiato la carrozzeria, arrecando profondi graffi fatti probabilmente con una chiave. Un danno da tremilacinquecento euro al quale, oggi, si aggiunge questo ulteriore sgarbo. Sono, oltre che arrabbiato, preoccupato e anche molto deluso da questo genere di comportamenti, che sanno di vera e propria intimidazione nei miei confronti: resto allibito rispetto a questo genere di “risposte” rispetto a chi cerca di fare ogni giorno il proprio dovere, facendo rispettare regole che valgono per tutti».
Oltre ai due gravi episodi occorsi all’agente De Corato, va ricordato che mesi fa un altro agente della Polizia municipale ceranese era stato preso di mira da qualcuno che, nottetempo, aveva incendiato anche la sua auto, in quel momento parcheggiata in un garage di via Marconi.
Preoccupato anche il sindaco. «Di fronte a questi gesti – ha commentato – si resta veramente senza parole, soprattutto pensando a una comunità come la nostra, all’interno della quale non si sono mai verificati episodi così palesi di mancanza di rispetto nei confronti delle autorità e delle forze dell’ordine».
Sull’accaduto sono in corso accertamenti e indagini: non è da escludere che un aiuto possa arrivare dalle telecamere del sistema di videosorveglianza di alcuni privati residenti nella piazza.

Fonte: oknovara.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *