Questo articolo è stato letto 0 volte

Lecce – Vigile cade in una buca e chiede 4.500 € al Comune

vigili_2

vigili_2LECCE – Anche i vigili inciampano e cadono. Ed anche i vigili bussano a denari a Palazzo Carafa. Soprattutto se, come in questo caso, sono in servizio. Il fatto – a quanto pare inedito – è accaduto ad un agente della polizia municipale, ed è andato ad allungare il lunghissimo contenzioso tra i cittadini e l’amministrazione cittadina in materia di buche e dissesti. Il fatto, in questo caso, è singolare per via del protagonista, anzi, della vittima che non solo è dipendente comunale ma addirittura un agente della polizia urbana. Il vigile, qualche tempo addietro, mentre percorreva a piedi via Costa, durante il suo regolare orario di servizio in qualità di agente della polizia municipale, è incappato con il piede in un dissesto del marciapiede. A causa dei danni fisici patiti, il vigile ha chiesto un risarcimento di quattromila e 548 euro, più 15 centesimi, per la precisione.

L’Amministrazione non ne ha proprio voluto sapere di accogliere la richiesta e risarcire lo sfortunato agente. «Gli uffici non hanno riscontrato alcuna responsabilità dell’amministrazione comunale – hanno fatto sapere dall’Avvocatura – in quanto l’incidente lamentato non è stato causato da alcuna insidia o trabocchetto». Lo stesso è stato riportato nelle delibera approvata, l’altro giorno, dalla Giunta, sulla questione.
Ma l’agente, si diceva, non si è dato per vinto. I danni li ha subito, e pure mentre lavorava. Così, nei giorni scorsi, ha fatto notificare in Municipio un atto di citazione davanti al Giudice di pace, sollecitando il pagamento dei danni. La Giunta ha deliberato la costituzione in giudizio del Comune, ritenendo di poter respingere le argomentazioni alla base della citazione.

 

Fonte:  www.lagazzettadelmezzogiorno.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *