Questo articolo è stato letto 0 volte

Salerno – Le auto di grossa cilindrata nel mirino dei vigili urbani

Collaborazione col Fisco, in 3 mesi “radiografati” 163 veicoli e relativi guidatori Particolare attenzione per le macchine “aziendali”. Elevate anche 65 multe.

Intanto, molti di loro hanno preso una multa per alta velocità, cinture slacciate eccetera. Poi, magari, riceveranno pure notizie dal Fisco. Tutto dipende dalle personali denunce dei redditi: hanno dichiarato abbastanza per girare spensierati su un macchinone? Perché ormai la lotta ai contribuenti infedeli passa anche per un banale controllo sulle strade. La polizia municipale di Salerno, per esempio, uno dopo l’altro ha messo insieme un buon numero di casi. Nell’arco di tre mesi, gli uomini del comandante Eduardo Bruscaglin hanno controllato in modo davvero speciale 163 automobili di grossa cilindrata. Gli agenti hanno identificato i guidatori, soffermandosi in particolare sui veicoli «cosiddetti aziendali». Già questa definizione, scritta in un atto del Comando, lascia trasparire un oggetto preferenziale delle attenzioni.

I Comuni, come è noto, partecipano all’accertamento dei tributi erariali. Anche l’amministrazione del sindaco Vincenzo De Luca dà un contributo, collaborando con l’Agenzia territoriale delle entrate. In questo ambito il settore Tributi ha voce in capitolo, ma i vigili svolgono un ruolo importante. Nella fattispecie, le azioni sono state finalizzate al cosiddetto “metodo sintetico” elaborato per prevenire e reprimere l’evasione delle imposte sui redditi. In sostanza, si tratta di individuare la quota di reddito occultata, spostando l’esame sulle spese e quindi sul tenore di vita. Ecco dunque che le automobili possono essere un’ottima cartina di tornasole.

Infatti i poliziotti municipali hanno scritto sulle schede predisposte dal ministero i dati emersi dai controlli e dalle elaborazioni successive, inoltre hanno predisposto un archivio telematico delle informazioni accumulate. Ovviamente le banche dati possono servire anche all’ente locale, nella gestione delle pratiche concernenti sconti e agevolazioni su servizi e tributi comunali.

Il bilancio del Palazzo, peraltro, ha avuto qualche beneficio immediato. In effetti gli agenti hanno messo ai posti di blocco anche l’apparecchiatura autovelox per il rilevamento della velocità. E naturalmente hanno trovato guidatori e passeggeri senza la cintura di sicurezza. Qualche automobilista, poi, ha manifestato qualche pecca per il possesso dei documenti di circolazione e di guida. A conti fatti, solo durante i controlli “finalizzati” sono state elevate per sovrappiù 65 contravvenzioni.

Il Comando ha concesso un premio ai dieci componenti della “squadra”, distribuendo quasi quattromila euro.

Fonte: lacittadisalerno.gelocal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *