Questo articolo è stato letto 1 volte

Torino, protocollo intesa tra polizia municipale e comunita’ marocchina

Protocollo d’intesa interculturale tra polizia municipale di Torino e comunita’ marocchina.
A siglarlo il comandante della Polizia municipale Alberto Gregnanini ed il Presidente dell’Associazione Amece (Association Maison d’enfant pour la culture e l’education) Mohamed Boussetta, alla presenza del Console generale del Marocco a Torino Shaki Abdelaziz.
Il protocollo, che non comporta oneri di spesa, avrà efficacia sino al 31 dicembre e sarà automaticamente rinnovato alla scadenza per altri due anni.
In base all’intesa, la Polizia municipale, con il suo Nucleo di prossimità gestirà le segnalazioni ricevute dall’associazione Amece, si farà carico dei casi di abbandono scolastico, curerà la mediazione dei conflitti tra i giovani immigrati anche sensibilizzando le famiglie verso i bisogni e le esigenze dei propri figli, darà assistenza ed accompagnamento alle vittime di violenza domestica e si farà anche carico di assisterne ed accompagnarne gli autori.
”La firma del protocollo d’intesa multiculturale con la comunità marocchina – ha commentato l’assessore Giuliana Tedesco – consolida la tradizione di dialogo tra la Polizia Municipale e le comunità straniere.
L’obiettivo che intendiamo perseguire è costruire una rete di relazioni virtuose capace di informare, fare attività di prevenzione e ovviamente contrastare eventuali illeciti”. In Italia la comunità marocchina è la prima tra i migranti non comunitari, ed è la più giovane rispetto alle altre etnie con una età media di 29 anni e mezzo.

Fonte: torino.repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *