Questo articolo è stato letto 0 volte

Patente auto, lo Stato risparmia con la nuova procedura

11 milioni di euro all’anno è il risparmio per lo Stato, mentre la patente rinnovata arriva in 3 giorni.

La procedura per il rinnovo della patente era già cambiata il 9 gennaio 2014, con l’addio al vecchio adesivo che spesso si deteriorava o si staccava. Ora verrà stampato un nuovo documento, che arriverà direttamente a casa del richiedente. Il costo della procedura rimane invariato (25 euro), comprende i 16 € della marca da bollo e i 9 € dei diritti di Motorizzazione. Entrambi sono da pagare col bollettino postale dedicato, da consegnare successivamente al medico, insieme alla fotografia in formato cartaceo. A questi costi bisogna aggiungere quello della visita medica e i 6,80 € di posta assicurata, da saldare al momento della consegna a domicilio o del ritiro presso l’ufficio posale.

LA FABBRICA – Lo stabilimento dove nascono le nuove patenti è di proprietà del ministero, ma la produzione e postalizzazione dei documenti è stata assegnata, con un bando di gara europeo, a un consorzio di imprese guidato da Poste Italiane. L’investimento è stato di oltre 200 milioni di euro per 5 anni (ma al termine dell’appalto i macchinari diventeranno della Motorizzazione, ha precisato il sottosegretario alle Infrastrutture). La Fabbrica ha una capacità produttiva teorica di 10-12 mila patenti per ogni turno e può rispondere facilmente a picchi di domanda da parte degli utenti. Nel 2014 scadranno circa 5 milioni di patenti agli automobilisti italiani, che saranno i primi a testare la bontà delle nuove procedure.

LA NUOVA PROCEDURA – La conferma di validità avviene ora in maniera telematica, i medici dovranno accedere, attraverso il sito web “Il Portale dell’Automobilista”, al sistema informatico del Dipartimento per i Trasporti inserendo le proprie credenziali e un PIN. Dopo aver indicato eventuali prescrizioni mediche o adattamenti al veicolo, dovranno inserire gli estremi del pagamento e allegare foto e firma del titolare. A questo punto il sistema informatico rilascerà una ricevuta che attesta l’avvenuta conferma di validità, il medico dovrà stamparla, firmarla e consegnarla al richiedente. Questa ricevuta vale fino all’arrivo della nuova patente e, in ogni caso, non più di 60 giorni. Nello stesso momento sarà inoltrato l’ordine di stampa del documento rinnovato che, secondo il Ministero, sarà recapitato entro una settimana all’indirizzo del titolare.

LO STATO RISPARMIA – Secondo la Motorizzazione civile,  l’adozione del nuovo modello plastificato della patente di guida, consentirà di risparmiare 11 milioni di euro ogni anno. ”Dei 14 milioni di euro che venivano spesi ogni anno, 8 per il rinnovo della patente con il bollino adesivo e 6 per il rilascio del documento, oggi lo Stato ne spende circa 3,5 milioni – ha spiegato il direttore della Motorizzazione Maurizio Vitelli – da qui il risparmio di circa 11 milioni di euro”. A gennaio, nelle prime settimane di attivazione della nuova procedura digitale, sono state consegnate 133.402 patenti e sono stati effettuati 25.518 rinnovi. ”In queste tre settimane il nuovo documento di guida è arrivato al destinatario in tre giorni lavorativi – ha detto il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Erasmo D’Angelis – semplifichiamo la vita agli italiani e garantiamo efficienza ”

Fonte: www.sicurauto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *