Questo articolo è stato letto 10 volte

Rc auto, faro ministero sulle auto senza assicurazione

assicurazione_autoFaro del ministero dei Trasporti sulle auto senza assicurazione. Con la nuova applicazione disponibile sul sito del ministero gli automobilisti potranno verificare se la propria vettura è assicurata o meno, e regolarizzare la posizione entro 15 giorni, trascorsi i quali, i dati verranno trasmessi al ministero degli Interni, polizia e alle prefetture. E’ disponibile sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (www.mit.gov.it) e sul portale dell’automobilista (www.ilportaledellautomobilista.it) l’applicazione per l’accesso alle informazioni sulla copertura assicurativa rc auto dei veicoli.

Inserendo i numeri di targa degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei ciclomotori immatricolati in Italia si potrà verificare se i veicoli risultano o meno in regola con gli obblighi assicurativi rc auto.

Le informazioni sono aggiornate dalle compagnie assicuratrici con cadenza giornaliera. Chi, sapendo di avere in corso un regolare contratto di assicurazione, verifichi che il proprio veicolo non risulta assicurato, – invita il ministero in una nota – “è pregato di contattare subito la propria compagnia di assicurazione.

I cittadini che, volendo utilizzare il proprio veicolo, non sono in regola con gli obblighi assicurativi, sono invitati a provvedere tempestivamente“.

Il ministero ricorda infatti che, secondo il codice della strada, è vietato circolare su strada senza copertura assicurativa e che è prevista una multa da 841 a 3.366 euro, oltre al sequestro del veicolo.

Il dicastero precisa inoltre che i cittadini inadempienti sono tenuti a regolarizzare la propria posizione assicurativa entro 15 giorni da oggi. Scaduti i termini si procederà alla trasmissione delle informazioni sui casi di inadempienza al competente Ministero dell’Interno affinché ne vengano informate tutte le forze di polizia e le Prefetture competenti. “Abbiamo realizzato un imponente archivio informatico che incrocia anche i dati dei veicoli con quelli delle polizze assicurative e sono stati individuati i 3,8 milioni di automobilisti evasori che possono essere sanzionati anche grazie alla prova fotografica di telecamere Ztl e Tutor“, afferma il sottosegretario ai trasporti Erasmo D’Angelis commentando la novità introdotta dal Ministero per verificare se i veicoli sono in regola con gli obblighi assicurativi. (ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *