Questo articolo è stato letto 1 volte

Multe scontate per chi paga entro 5 giorni, il primo bilancio del provvedimento

Il DL del Fare, approvato lo scorso agosto, ha portato una piccola rivoluzione nel codice della strada, introducendo la possibilità di beneficiare di una riduzione del 30% sull’importo di una contravvenzione se si decide di pagarla entro 5 giorni dall’emissione o direttamente alla Polizia Locale quando si è colti in flagrante. Ricordando che dal provvedimento sono escluse violazioni di carattere penale che comportino il ritiro del mezzo o della patente, vediamo il primo bilancio della nuova norma nel nostro Paese a pochi mesi dalla sua introduzione, aiutati dai dati forniti da la Repubblica.it a inizio febbraio.

Il Centro Sud Italia è la zona più interessata da questo cambiamento, con un picco in Sicilia. A Palermo tra agosto e dicembre 2013 le contravvenzioni pagate sono aumentate del 35,7%, a fronte di un aumento del 19,3% del numero di quelle notificate. Il Comune ha così incassato nello stesso periodo 7,131 milioni di euro contro i 5,082 milioni dell’ultimo semestre 2012. A Messina le multe pagate hanno segnato un +15,8% sul 2012, a Catania +4,1%. A Roma i pagamenti sono aumentati del 9,3%, ma senza un notevole aumento di incassi, mentre si registra un boom nei pagamenti on line, +219%. A Genova il Comune ha beneficiato di un +10% sugli incassi, mentre a Torino la situazione è rimasta pressoché invariata. Firenze e Bologna, in controtendenza, hanno visto gli introiti diminuire sensibilmente, creando un buco di 2 milioni di euro nel capoluogo toscano e di 2,6 milioni in quello emiliano. Non sono ancora disponibili i dati di Milano.

Luci e ombre dunque per un provvedimento che ha raccolto finora pareri contrastanti. Si consiglia di conservare accuratamente la ricevuta della multa pagata entro 5 giorni, a scanso di equivoci rispetto a notifiche che in questa prima fase potrebbero comunque giungere via posta per errori burocratici

Fonte: www.facile.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *