Questo articolo è stato letto 0 volte

Sanremo: clochard affetto da tubercolosi semina il panico nei dehor del centro, situazione paradossale

Sembra davvero incredibile che non esistano leggi che consentano, alle forze dell’ordine di poter intervenire.

Continua a far parlare di sè il clochard 51enne che, da molto tempo si aggira nel ponente ligure e che è diventato famoso per aver contratto la tubercolosi ed aver infettato anche 4 agenti della Polizia Municipale matuziana (di cui un in modo grave), rimasto a casa dal lavoro per le cure del caso, per circa 6 mesi.

L’uomo, infatti, oggi si è aggirato per alcuni dehor del centro di Sanremo, tra via Matteotti e corso Mombello, dove ha lasciato alcune su bottiglie, dopo averle ovviamente ‘svuotate’. L’uomo è stato notato e cacciato dai proprietari degli esercizi, ma è chiaro che molte persone, riconoscendolo, si sono allarmate. Una scena simile ci è stata segnalata per quanto accaduto nei giorni scorsi su un bus della Riviera Trasporti. E, nonostante le proteste di alcuni passeggeri, l’uomo (ovviamente senza biglietto) ha proseguito il viaggio verso il centro della città.

Una situazione paradossale quella che viene vissuta nel ponente ligure, alle prese con una persona che, pur comprendendo qualsiasi ragione umana, deve essere curato e non può essere lasciato circolare con il pericolo che può esserci di contagio. Sembra davvero incredibile che non esistano leggi che consentano, alle forze dell’ordine di poter intervenire.

Fonte: www.sanremonews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *