Questo articolo è stato letto 15 volte

Modalità operative in caso di sinistro stradale con esito mortale – Prima parte

modalit-operative-in-caso-di-sinistro-stradale-con-esito-mortale-prima-parte.jpg

Attività preliminari

Ferme restando le operazioni ed attività da svolgere preliminarmente in relazione ad ogni sinistro stradale al momento dell’arrivo sul luogo, il teatro dell’incidente con esito mortale dovrà essere:

protetto. A tale scopo il tratto di strada deve essere delimitato con nastri o tran- senne e gli accessi sorvegliati da personale di P.G. oppure, quando ciò non sia possibile a causa dei ridotti organici della polizia locale ed anche dell’Arma dei Carabinieri presenti nei comuni di piccole dimensioni, la sorveglianza può essere affidata a personale della protezione civile o appartenente alle stesse associazioni di volontariato che svolge attività di soccorso;

 controllato. Allontanamento dal teatro dell’incidente di persone estranee alle attività di polizia e di soccorso. L’esperienza dimostra una ingerenza inopportuna di persone estranee alle operazioni sulle scene degli incidenti stradali le quali, pensando di fornire un aiuto agli organi di polizia, possono produrre talvolta danni irreparabili per la prosecuzione della indagine, alterando lo stato dei luoghi e delle cose. Un esempio per tutti: la persona estranea alle operazioni che consegna ad un agente di P.G. il casco del motociclista coinvolto nell’incidente prima che questo sia stato localizzato e fotografato, con la convinzione di fare cosa gradita…

Continua a leggere 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *