Questo articolo è stato letto 0 volte

Vucciria (PA) – Sigilli nella chiesa trasformata in “baretto”: secondo sequestro in 4 anni

polizia_municipale2

polizia_locale2Una chiesa del cinquecento trasformata in “baretto” abusivo. Il Nucleo tutela patrimonio artistico della polizia municipale ha sequestrato questa mattina la Chiesa della Madonna delle Grazie dei Macellai, il pregiato complesso che sorge tra piazzetta Caldomai e vicolo delle Api. Il giudice per le indagini preliminari, Guglielmo Nicastro, ha emesso il provvedimento a tutela della incolumità pubblica, minacciata dalla mancata esecuzione dei lavori di messa in sicurezza. La stessa chiesa fu sequestrata già nel 2010, quando la polizia municipale aveva trovato un’altra rivendita di bevande, il “Bar Bangladesh”.

Sono state trovate altre costruzioni abusive, circondate da rifiuti di ogni genere. “Il sequestro del bene patrimoniale – si legge in una nota – serve a scongiurare la prosecuzione di reati edilizi ed ambientali. Nella ex chiesa sono state riscontrate diverse criticità, in particolare l’arcatura della muratura frontale, si trova in gravi condizioni statico-strutturali con profonde spaccature, mentre nel lato sinistro del prospetto la parte in muratura è sgretolata, con rischio di caduta sulla strada ed è infestata dalla vegetazione spontanea”.

Le parti artistiche sono a cielo aperto, esposte agli agenti atmosferici per via della mancanza di copertura, mentre nella parte sottostante il campanile è stata riscontrata una grave ed estesa lesione che costituisce un ulteriore pericolo per la cittadini e turisti che si sarebbero potuti trovare nei paraggi. Nei lati del complesso monumentale, i muri perimetrali sono gravemente lesionati e dissestati, in particolare quello di vicolo Api. In corrispondenza dei portoni in metallo e delle saracinesche installate sul prospetto principale e laterale di vicolo delle Api, sono state realizzate alcune baracche abusive, che comprendevano alcuni spazi interni della chiesa, con tettoie in lamiera ed eternit.

Sono in corso accertamenti per identificare i responsabili della realizzazione delle costruzioni abusive: l’accusa è di aver violato le normative urbanistiche e danneggiato il patrimonio storico-artistico. La chiesa della Madonna delle Grazie venne costruita nel 1589 dalla maestranza dei macellai e restaurata nel 1620. Durante la Seconda guerra mondiale fu colpita dai bombardamenti e da allora rimase priva di copertura. Nel “lontano” 2010 l’immobile fu già sequestrato e l’ispettore Giuseppe Crucitti, allora coordinatore dello stesso nucleo della polizia municipale dichiarò: “L’ edificio ha la copertura crollata e l’abside in condizioni statico-strutturali precarie e rischia di cedere da un momento all’altro”.

 

Fonte: www.palermotoday.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *