Questo articolo è stato letto 0 volte

Mentre il MIT fa quadrato con il Ministero dell’interno sulla vicenda dei pagamenti scaduti per la sosta tariffata e Anci si schiera dalla parte dei comuni, con l’appoggio della Cassazione e della Corte dei Conti, già da tempo, almeno a Prato, la tesi ministeriale non ha attecchito, perché la Prefettura ha respinto i ricorsi e il Giudice di pace ha confermato l’ordinanza (G. Carmagnini)

mentre-il-mit-fa-quadrato-con-il-ministero-dellinterno-sulla-vicenda-deipagamenti-scaduti-per-la-sosta-tariffata-e-anci-si-schiera-dalla-parte-deicomuni-con-lappoggio-della-cassazione-e.jpg

Giova ricordare che nel 2003, come si dà atto anche nella risposta all’interrogazione parlamentare, il Ministero dell’Interno aveva fornito una risposta contraria alla tesi del MIT, salvo poi cambiare rotta.
Ma allora, aveva ragione il Ministero dell’interno nel 2003, o il MIT.
L’unica cosa certa è che i Ministeri (direi troppo spesso) si sbagliano e quindi è assai probabile che si sia sbagliato anche questa volta e le smentite dalla giustizia di legittimità, contabile e di merito c’erano prima dei pareri e ci sono anche successivamente.

Il ticket scaduto e l’amplificatore mediatico. L’isterismo della notizia (G. Carmagnini)

Prefetto provincia di Prato 22/2/2011, prot. 4518

Interrogazione parlamentare e risposta

Comunicato ANCI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *