Questo articolo è stato letto 2 volte

Francavilla, case rurali che diventavano ville: sequestri e 200 denunce

sequestro
sequestroFingendo di essere agricoltori avevano ottenuto permessi per costruire edifici rurali ma, in realtà, avevano realizzato ville, qualcuna anche con piscina. Sono 199 le persone indagate dalla procura di Brindisi per abusi edilizi e lottizzazione abusiva nell’ambito di una inchiesta che ha portato oggi al sequestro preventivo di 90 immobili e terreni nelle campagne di Francavilla Fontana. Tra gli indagati figurano sei dirigenti del Comune di Francavilla Fontana, 40 tecnici progettisti e direttori dei lavori oltre ad ex assessori e consiglieri comunali.
L’inchiesta è condotta dal pm del tribunale di Brindisi Valeria Farina Valaori. Per la gran parte, gli indagati destinatari del provvedimento firmato dal gip Giuseppe Licci, ed eseguito dai vigili urbani, sono “falsi braccianti”, persone che avrebbero cioè dichiarato di operare nel settore dell’agricoltura, essendo invece pensionati, commercianti e impiegati. Per l’accusa lo scopo era ottenere permessi per costruire fabbricati in zona a destinazione d’uso agricola. L’inchiesta è partita nel 2008 nel corso di un controllo di natura edilizia ed proseguita con la verifica di numerosi permessi per costruire rilasciati a braccianti agricoli nel 2007 e 2008. Su di essi furono eseguite verifiche incrociate presso l’Inps e presso il centro territoriale per l’impiego. Fu poi nominato un consulente tecnico dal pubblico ministero per verificare se gli immobili fossero effettivamente impiegati per l’attività agricola. Furono trovate abitazioni utilizzate per lo più come case per vacanze e accertato che le autorizzazioni erano state talvolta rilasciate in violazione alla normativa urbanistica.
Nell’ambito dell’indagine sono stati acquisiti più di 500 fascicoli presso l’Ufficio tecnico del Comune di Francavilla Fontana. Circa 400 immobili non sono risultati in regola. Per 90 di essi è scattato il sequestro con facoltà d’uso per i proprietari.

Fontewww.lagazzettadelmezzogiorno.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *