Questo articolo è stato letto 1 volte

Parma, fermata una Lancia Y con 41 mila euro di debito: pignorata e messa in vendita

Scovata anche un’Audi A2 in sosta su suolo pubblico in via Emilia Ovest gravata da ben 5 fermi amministrativi il cui proprietario e conducente aveva accumulato debiti per circa 19.000 euro.

Continua senza sosta l’azione dell’Autodetector, lo strumento installato su un auto della Polizia Municipale in grado di rintracciare veicoli in circolazione gravati da fermi amministrativi fiscali, i cui proprietari o conducenti hanno accumulato debiti verso il Comune per violazioni dal Codice della Strada non pagate per oltre 1000 euro.

Nella giornata di martedì lo strumento ha segnalato un autoveicolo Audi A2 in sosta su suolo pubblico in via Emilia Ovest gravata da ben 5 fermi amministrativi il cui proprietario e conducente aveva accumulato debiti per circa 19.000 euro. Il veicolo non è stato pignorato in quanto il proprietario, dopo aver pagato un consistente anticipo, ha raggiunto un accordo con Parma Gestione Entrate per la rateizzazione del debito. Nello stesso giorno gli agenti operanti, hanno rintracciato in zona via Pasubio una Lancia Y che ha fatto suonare l’allarme dello strumento e il cui proprietario, dopo aver accumulato debiti per circa 41.000 euro, circolava con il veicolo gravato da 10 fermi amministrativi fiscali. Il veicolo, pignorato dall’ufficiale di riscossione, è stato affidato in custodia all’Istituto Vendite Giudiziarie che ne curerà la vendita al pubblico incanto.

Anche una Renault Megane con numerosi fermi e un debito a carico di 9.000 euro è stata segnalata in sosta in pubblica via priva dell’assicurazione obbligatoria. Tuttavia le pessime condizioni del veicolo hanno indotto gli agenti a rimuovere lo stesso iniziandone le pratiche per la rottamazione. Nei giorni scorsi lo strumento ha operato nel quartiere Mordacci dove le telecamere dell’autodetector, inquadrando la targa di una Mercedes Classe A di recentissima immatricolazione, hanno trovato corrispondenza nel database del computer segnando che il veicolo era gravato da 3 fermi fiscali per un debito complessivo verso il Comune di circa 16.000 euro. Il proprietario del veicolo, pur di non farsi pignorare lo stesso, ha concordato un piano di rientro con l’Ufficiale di Riscossione di Parma Gestione Entrate con un ingente anticipo e una successiva rateazione mensile.

Altro intervento è stato effettuato in via Buffolara dove l’allarme segnalava un Fiat Punto in movimento gravata da 4 fermi fiscali per un totale di 3.000 euro circa di debiti. Il veicolo anche in questo caso è stato pignorato e sarà messo in vendita sempre che i proprietari non raggiungano un accordo per il rientro dal debito. Giova ricordare che in tutte le situazioni sopra descritte gli agenti della Polizia Municipale hanno contestato un ulteriore verbale, obbligatorio per legge, di 770 euro che si va ad aggiungere al debito pregresso e che quindi dovrà essere anch’esso saldato prima di poter riavere il veicolo in possesso.

Il servizio con l’Autodetector è continuativo e lo strumento ha dimostrato una altissima affidabilità motivo per il quale la Polizia Municipale consiglia a tutti i proprietari di veicoli gravati da fermi di recarsi in Viale Fratti presso la sede di Parma Gestione Entrate per trovare un accordo per rientrare del debito. E’ infatti l’unico modo per togliere dal proprio veicolo i fermi che potrebbero portare al pignoramento e quindi alla perdita definitiva della proprietà dello stesso.

 

Fonte: www.parmatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *