Questo articolo è stato letto 0 volte

Sicurezza a Jesolo, le spiagge saranno sorvegliate da dei droni

La giunta comunale e la polizia locale ne discuteranno; una ditta di Cuneo si propone.

Novità in vista a Jesolo per questa nuova stagione balneare, che fra qualche mese aprirà i battenti: il litorale sarà sorvegliato dall’alto, mettendo in campo dei droni, che sorvoleranno le spiagge segnalando azioni di pericolo e situazioni che necessitano l’intervento umano.

Per ora non c’è ancora nulla di concreto, ma la giunta comunale è pronta a discuterne. Il progetto di sorveglianza elettronica verrà così analizzato unitamente da amministrazione e comando di polizia locale.

Il sindaco Valerio Zoggia e l’assessore alla sicurezza, Luigi Rizzo, da tempo puntano ad una modernizzazione della polizia locale, Jesolo infatti è stata la prima cittadina a dare la possibilità agli agenti di girare armati, combattere accanitamente la lotta all’abusivismo, frenare la prostituzione e controllare la vasta rete stradale.

Utilizzando questi micro velivoli ultraleggeri, che necessitano di un patentino per guidarli, la polizia locale avrà così modo di arrivare anche lì, dove l’uomo non può. I droni rappresenterebbero un grande aiuto alla sicurezza della città ed ora spetterà alla giunta valutare la proposta di una società di Cuneo, che li metterebbe a disposizione con tanto di piloti. Sono però ancora da valutare, i costi e le autorizzazioni necessarie per l’utilizzo.

I droni sono attualmente impiegati per: ricercare persone scomparse, ‘’spiare’’ in quartieri dediti allo spaccio o verificare in breve tempo i danni provocati da una calamità naturale, come può essere un’alluvione o una grande mareggiata.

Fonte: www.lavocedivenezia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *