Questo articolo è stato letto 0 volte

Non si possono utilizzare gli apparecchi per controllare il rispetto del rosso semaforico ai fini dell’accertamento della copertura assicurativa. Il parere del MIT (G. Carmagnini)

non-si-possono-utilizzare-gli-apparecchi-per-controllare-il-rispetto-del-rosso-semaforico-ai-fini-dellaccertamento-della-copertura-assicurativa-il-parere-del-mit-g-carmagnini.jpg

L’occasione di tornare sull’argomento dell’accertamento automatico delle violazioni legate alla circolazione senza la copertura assicurativa ci è offerto da un nuovo parere del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti che ha escluso dal novero degli strumenti che possono essere utilizzati per tale scopo quelli approvati per l’accertamento delle violazioni semaforiche.

Si ricorderà come, con la legge di stabilità per il 2012, il legislatore ha inteso consentire il ricorso sistematico ai dispositivi già in uso per l’accertamento delle violazioni nei casi previsti dal comma 1-bis, lettere e), f) e g) dell’articolo 201, anche per l’accertamento delle violazioni relative all’assenza della copertura assicurativa…

Continua a leggere 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *