Questo articolo è stato letto 7 volte

Investimento di velocipede – reato di fuga e omissione di soccorso – l’assenza di lesioni o morte o la presenza di un soccorso prestato da altri non possono essere conosciute “ex post” dall’investitore, dovendo questi essersene reso conto in base ad obiettiva constatazione prima dell’allontanamento – Corte di Cassazione, sez. IV penale, 28/3/2014, n. 14610

investimento-di-velocipede-reato-di-fuga-e-omissione-di-soccorso-lassenza-di-lesioni-o-morte-o-la-presenza-di-un-soccorso-prestato-da-altri-non-possono-essere-conosciute-ex-post-dallinve.jpg

Vedi il testo della sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *