Questo articolo è stato letto 0 volte

Esagitato aggredisce i vigili alla mensa, allerta scabbia a Mestre

To match feature FINANCIAL-ITALY/POOR

To match feature FINANCIAL-ITALY/POORLa municipale era intervenuta per bloccare un ospite della mensa di Ca’ Letizia su di giri, poi ricoverato in Psichiatria. Ne è nata una colluttazione.

Scatta l’allerta scabbia dopo un parapiglia alla mensa popolare Ca’ Letizia di via Querini durante il Sabato Santo. Un ospite della struttura mestrina, infatti, ha perso il controllo ed è andato su di giri. Causando l’intervento delle forze dell’ordine. L’uomo, di nazionalità a quanto pare straniera, verso le 17.30, inizio dell’orario in cui viene distribuita la cena, per motivi che rimangono un mistero, ha iniziato a importunare le altre persone presenti vicino alla struttura sociale gestita dall’associazione “San Vincenzo Mestrina”. Una onlus che ogni giorno dona la possibilità di almeno 122 pasti caldi ai poveri e agli indigenti della città.

L’atmosfera si è fatta sempre più incandescente, rendendo necessario prima l’intervento di una volante della polizia. Poi, visto che la situazione stentava a tornare alla normalità, anche di una pattuglia della polizia municipale. Sarebbero stati proprio tre vigili urbani a riuscire a bloccare a terra l’esagitato, poi trasportato volontariamente all’ospedale e ricoverato in Psichiatria. L’ospite della mensa, insomma, aveva decisamente perso il controllo. Nessun esponente delle forze dell’ordine è rimasto ferito, ma è allarme per la sintomatologia che presentava la persona ricoverata all’ospedale, sottoposta ad accertamenti. Alcuni segni indurrebbero a ipotizzare che l’uomo possa essere affetto da scabbia.

Una infezione che si può anche trasmettere attraverso il contatto con altre persone a livello di fluidi corporei. Per questo motivo gli agenti si stanno sottoponendo a esami specialistici per capire se siano stati contagiati o meno. Nel caso peggiore dovranno subire una profilassi. Per l’aggressore, inevitabile, è arrivata una denuncia  per resistenza a pubblico ufficiale e minacce. Nessun problema invece per quanti hanno assistito al parapiglia e a quanti frequentano quotidianamente la mensa sociale.

 

Fonte: mestre.veneziatoday.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *