Questo articolo è stato letto 0 volte

Parcheggi, a Torino un quarto d’ora è gratis

Chi tarda a recuperare il veicolo parcheggiato sulle strisce blu incorrerà nella multa di 25 euro solo dopo 15 minuti dalla scadenza del ticket.
Ma per chi non acquisterà alcun tagliando o dimenticherà di esporlo la sanzione salirà a 41 euro. Lo ha chiarito la città di Torino con la deliberazione della giunta comunale del 7 maggio 2014.
La questione della sosta dei veicoli nelle zone a pagamento oltre al termine consentito è salita alla ribalta dopo le dichiarazioni del ministro Lupi immediatamente contraddette dalle indicazioni operative dell’Anci.
A parere del ministro dei trasporti per chi sfora l’orario quietanzato non devono scattare sanzioni ma solo recuperi tariffari. Per l’associazione dei comuni, invece, il codice stradale prevede una sanzione ad hoc oltre al possibile recupero tariffario.
Con la delibera torinese l’interpretazione dell’Anci viene tradotta in regole operative introducendo però un nuovo margine di tolleranza per i trasgressori involontari in ritardo. In buona sostanza, se un automobilista lascia un veicolo in sosta in una zona blu senza corrispondere alcunché scatterà, secondo l’amministrazione di Fassino, una multa di 41 euro per violazione dell’art. 157 cds.
Se il trasgressore utilizzerà lo spazio oltre al termine consentito scatterà la multa di 25 euro, prevista dall’art. 7 del codice stradale. E questa previsione sanzionatoria si rende necessaria, prosegue la delibera torinese, nonostante le diverse indicazioni del ministero dei trasporti e la sentenza della Corte dei conti n. 888/2012. Per agevolare l’utente che non riesce a rispettare il termine fissato con il pagamento viene però introdotta una franchigia fissa di 15 minuti. Di fatto la multa di 25 euro potrà scattare solo dal 16° minuto.
Se un automobilista tarda per un periodo di tempo non superiore a un quarto d’ora quindi non dovrà neppure integrare il relativo pagamento. Ma dal 16° minuto scatterà la multa che sarà più salata per chi non paga nulla oppure, se ha pagato il ticket, omette di esporlo.

Fonte: www.italiaoggi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *