Questo articolo è stato letto 5 volte

Nubifragio a Roma: un nubifragio investe la capitale, pioggia e forti raffiche di vento

nubifragio-allagamento-pioggia
nubifragio-allagamento-pioggiaE’ arrivata la tanto temuta ondata di maltempo a Roma.
Domenica pomeriggio un nubifragio ha investito la capitale. Pioggia e forti raffiche di vento si sono abbattute sulle strade di Roma, creando fortissimi disagi al traffico.

Poi, verso le quattro del mattino, è ripresa la tempesta. Con un nubifragio di vastissime proporzioni che ha allagato molte zone della città. Quasi impraticabile viale Trastevere, la Giancolense e piazzale Dunant.

Diversi interventi della polizia locale di Roma Capitale sono in corso in diverse zone della città. Per la forte pioggia, infatti, si sono registrati allagamenti a Castel di Leva e in viale Palmiro Togliatti.
Chiusura al traffico in zona Tuscolana, per una voragine tra viale Spartaco e via Marco Valerio Corvo. Un’altra voragine ha causato un restringimento di carreggiata in via Monte del Marmo. Intanto continuano gli interventi anche per alberi caduti sulle carreggiate. Un grosso albero è caduto in via Nomentana 250, all’altezza di villa Torlonia: chiuso per diverse ore un tratto della carreggiata interna. Alberi caduti anche in zona San Paolo, in via Tullio Levi Civita civico 8 (ex 11).

Mobilità in tilt. La metro A si è fermata nei tratti Anagnina-Arco di Travertino e Cornelia-Battistini, quest’ultimo è stato riaperto intorno alle 20.30. È attivo un servizio di bus sostitutivi. Per le linee 5-14-19 ci sono rallentamenti in zona Tor de Schiavi per rami sulla rete aerea. La linea A non è attiva anche nella tratta Cornelia-Battistini. In strada un servizio di bus sostitutivi. Tram regolari con rallentamenti. Riguardo ai bus, in via Nomentana è in corso di normalizzazione la situazione per le linee 60-62-82-90 con residui ritardi per riparazione danni da maltempo per la caduta di un albero. La linea 211 è ancora in deviazione per la caduta di un albero in via di Pietralata. Via di Vigna Murata è stata riaperta e la linea 765 è regolare. La passeggiata di Ripetta è chiusa, le linee C3-81-628-926 sono deviate in zona Prati. In via Salvini, Parioli, c’è una limitazione alla circolazione, la linea 360 è in ritardo e deviata. È in corso di ripristino la circolazione in via Ardeatina, zona Divino Amore, e il ripristino delle linee 218-702 RomaTpl. A causa dei danni da maltempo in via Ardeatina/Gra e l’intervento della polizia di Roma Capitale, le linee 218-702 sono deviate. È chiusa via Salviati, la linea 437 Roma Tpl devia via di Tor Cervara.

Gli interventi La Protezione Civile è intervenuta in vari punti critici con squadre proprie e associazioni per assistere la popolazione e chi ha subito dei disagi. La situazione al momento è sotto controllo. La Polizia Locale e le partecipate che assicurano i servizi alla città sono in allerta e monitorano costantemente la situazione.

Il caos sul raccordo Centinaia di automobilisti, che si sono trovati sul Grande raccordo anulare quando si è abbattuto il violento nubifragio su Roma, bloccati nei pressi dell’uscita Gregna Sant’Andrea. Nel tratto di strada un enorme pozza d’acqua, come una piscina, in corrispondenza di un avvallamento del terreno. Il raccordo è stato riaperto solo dopo le 22.

La piscina infernale Dopo quasi tre ore la corsia di soccorso è stata liberata e la polizia stradale cerca di far defluire le auto contromano sul Gra verso l’uscita Appia-San Giovanni che al momento è però intasata. Invidia e un pizzico di speranza l’ha destata il proprietario di un fuoristrada che, unico tra tutti, è riuscito a oltrepassare la ‘piscina’. Tra gli automobilisti è tanta la rabbia che, dopo due ore, ha lasciato spazio, in alcuni casi, alla rassegnazione. Appena ha smesso di piovere, in molti sono scesi dalle proprie auto e hanno fotografato l’immensa pozza d’acqua che impedisce loro di proseguire.

Gli altri allagamenti «Ulteriori allagamenti hanno creato fortissimi disagi nel sottopasso in via Appia a Ciampino, a Santa Maria delle Mole (Roma), a Ceprano (Frosinone), a Magliano Sabina (Rieti), e a Montalto di Castro (Viterbo) in località Poggio delle Agavi – si legge – Una frana, in via Norbana a Norma in provincia di Latina, ha visto infine impegnati insieme Protezione civile regionale, Vigili del Fuoco e Carabinieri».

Aurelia e Autostrada Sulla A12 Roma-Civitavecchia, tra il bivio per la Roma-Fiumicino e Fregene, è stata disposta la chiusura del tratto verso Civitavecchia, per allagamenti che si sono formati a seguito delle forti piogge. All’interno del tratto chiuso il traffico è sbloccato e ci sono code. A causa degli allagamenti ci sono code verso Roma tra Torrimpietra ed il bivio con la Roma-Fiumicino. Da Roma è possibile entrare in autostrada all’altezza di Fregene; Autostrade per l’Italia consiglia, per chi è diretto a Roma, l’uscita a Torreinpietra e seguire la Statale Aurelia.

Ritardi su alcuni voli in partenza si sono registrati in serata anche all’aeroporto di Fiumicino a causa del maltempo. Già nelle prime ore del pomeriggio, per il violento nubifragio che aveva interessato varie zone della Capitale, soprattutto la zona sud di Roma compresa l’area in cui sorge lo scalo di Ciampino, 5 voli della Ryanair in arrivo al G.B. Pastine erano stati dirottati a Fiumicino e Pescara.

Il sindaco segue il coordinamento degli interventi. Sono numerosi gli interventi già effettuati e quelli in corso, soprattutto per allagamenti e alberi e rami caduti. Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, «sta coordinando direttamente le operazioni e la Protezione Civile sta lavorando con grande tempestività ed efficienza sulle criticità emerse soprattutto nella zona sud-est della città, nonostante i rallentamenti alla circolazione». «Circa trenta interventi di messa in sicurezza di alberi – spiega il Campidoglio – si sono resi necessari, in particolare nel III Municipio e in parte del II, da parte di squadre della Protezione Civile, di volontari e del servizio giardini. Una ventina – prosegue la nota- gli allagamenti su cui si sta intervenendo, tra cui quello che ha interessato via Ardeatina, dove mezzi della Protezione Civile e del Simu sono inoltre al lavoro per liberare la strada da una frana che sta causando problemi alla circolazione sul Gra. Già concluso l’intervento di disostruzione con canal jet a via Panama, mentre sono in corso operazioni per liberare tombini in viale Regina Margherita e in via di Casal Selce. La situazione è sotto monitoraggio costante».

Le previsioni nel Lazio. «Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento di Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dalle prime ore di domani e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio ‘il persistere di precipitazioni diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, possibili grandinate, forti raffiche di vento e frequente attività elettricà». Lo comunica in una nota la Regione Lazio. «Il Centro Funzionale Regionale ha emesso altresì un avviso di criticità idrogeologica nelle zone di allerta del Lazio: codice arancione sulle zone Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino Rieti, Roma, Aniene, Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri – prosegue – La sala operativa permanente della Regione Lazio ha emesso l’allertamento del sistema di protezione civile regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza – conclude la nota – è possibile fare riferimento alla sala operativa regionale al numero 800.276.570

Fonte: www.ilmessaggero.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *