Questo articolo è stato letto 0 volte

Jesolo – Abusivi accerchiano una vigilessa e la mandano al pronto soccorso

vigilessa

vigilessaAccerchiano una donna. Prima che un’agente della polizia municipale. In tre contro uno la spintonano e la costringono più tardi a ricorrere alle cure del pronto soccorso. Ennesimo episodio di tensione, che a giudicare dal numero di episodi di questo tipo sembra lievitare sul litorale, che coinvolge i rappresentanti della polizia locale di Jesolo e i venditori abusivi, che poco accettano i controlli delle forze dell’ordine in materia di commercio irregolare e di merce contraffatta.

L’ultima vicenda di questo tipo in ordine di tempo si è vissuta domenica, quando in zona pineta alcuni vigili avevano immobilizzato un cittadino di nazionalità senegalese che aveva cercato di sottrarsi all’identificazione. Anche con la violenza. L’agente di polizia municipale poi aggredita, dunque, stava raggiungendo il mezzo di servizio per poter accompagnare l’abusivo in comando e portare a termine gli accertamenti di rito. In quel frangente, però, è stata circondata da tre connazionali del venditore, che hanno iniziato a mettere le mani addosso alla donna.

“Per fortuna niente di grave, ma l’agente ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso – dichiara il comandante Claudio Vanin – Certo che la vigliaccheria non ha limiti”. Come detto, si sono rese poi necessarie le cure del pronto soccorso per la malcapitata. I controlli durante il weekend hanno interessato sei squadre di polizia locale, per un totale di sedici agenti. “E’ stato setacciato tutto l’arenile dalla torre Merville al Faro sequestrando migliaia di oggetti, dei quali centinaia di contraffatti”, conclude il comandante Vanin.

 

Fontewww.veneziatoday.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *