Questo articolo è stato letto 1 volte

Servizio antidroga di sabato 12/07/2014 in San Bonifacio. Attivita’ del corpo di polizia locale, scoperto laboratorio di smistamento droga

La polizia locale opera nell’ambito della polizia giudiziaria per contrastare i reati commessi nel territorio di competenza, come nel caso specifico contro lo spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, diffusissimo problema piaga della nostra società contemporanea dalla quantità di droga rinvenuta e sequestrata rende noto che il consumo e conseguentemente lo spaccio nei nostri territori è ancora alto e bisogna mantenere alta l’attenzione al problema che colpisce in prevalenza i giovani.

La programmazione

Da alcuni mesi la polizia locale sta svolgendo nell’ambito della propria attività anche controlli in edifici – dove emergono problematiche legate alla convivenza con condizioni igienico sanitarie precarie.

Nel valutare alcune segnalazioni pervenute nelle scorse settimane, ne emergeva una, nella quale l’amministratore condominiale segnala sovraffollamento, presenza di merci oggetti strani, ma soprattutto continui litigi con pericolo di rissa (da qui il sospetto che l’attività avvenisse anche all’interno dell’appartamento).

Nella sera di sabato viene programmato il servizio di controllo.

I fatti

All’arrivo degli agenti sul posto veniva fatta irruzione nell’appartamento, venivano trovati nel corridio tre persone di colore, alla vista degli agenti uno dei soggetti sfugge al controllo degli agenti e scappa repentinamente, entra in bagno e chiude a chiave e fugge dalla finestra gettandosi dal balcone  del piano rialzato 2-3-metri circa.

Vengono subito avviate le ricerche del soggetto, che sono proseguite anche nei giorni successivi con diverse pattuglie sul territorio.

Dalle indagini espletate si risaliva alle generalità del fuggitivo risultato essere un cittadino nigeriano di 24 anni.

Dal sospetto derivato dalla fuga repentina del soggetto, e attirati dall’acre odore proveniente da una stanza chiusa a chiave, dopo aver sentito l’ag. competente, facevano irruzione nella stessa effettuando una perquisizione dei locali, dove rinvenivano una valigia verde piena di sostanza stupefacente e altra sostanza ai piedi del letto già suddivisa in dosi.

Esito operazione

La stanza alla vista degli agenti appariva un vero e proprio laboratorio:

Sequestro di circa grammi 10.600 di marijuana in 5 pani da 2 kg ciascuno sigillati pronti per essere ulteriormente suddivisi e sigillati per essere destinati al mercato non solo locale – il costo della marijuana in Italia si aggira intorno ai 10 € a dose quindi di un valore di € 106.000,00.

4 nella valigia
1 ai piedi del letto
altri 5 involucri da 30-50 grammi pronti per la vendita

Ci troviamo di fronte ad uno spacciatore intermedio cioè colui che vende e distribuisce agli spacciatori finali non quindi all’ultimo anello della catena ma ad uno stadio più alto infatti dal fatto che siano state trovate solo confezioni da 30 e 50 grammi non suddivise , significa che il laboratorio scoperto forniva gli spacciatori che a loro volta avrebbero suddiviso la droga in dosi singole per lo spaccio.

Dalla quantità si desume che la stessa fosse destinata non solo al nostro territorio ma sarebbe servita per rifornire un ben più ampio territorio. 

due bilancini di precisione
9 grammi di semi di marijuana per la coltivazione in proprio della sostanza
due forbicine
un rotolo di pellicola che sarebbe servita al confezionamento delle dosi
sotto il tappeto circa 2.500,00 euro in contanti


Il prosieguo dell’indagine portava ad identificare il soggetto che era fuggito Ifayomi Timothy

Denuncia in stato di libertà di un cittadino nigeriano: Ifaiomi Timothy di 24 anni entrato in Italia dal marzo del 2013 ed in zona da poche settimane.

Ringraziamenti

Servizio espletato dal corpo di  polizia locale di San Bonifacio in coordinamento con la polizia locale di Monteforte d’Alpone nell’ambito del distretto vr3b del progetto regionale di zonizzazione per cui ringrazio della disponibilità anche il responsabile del servizio il v. commissario Labianca.

Ringrazio il personale della questura che si sono resi disponibili x la  consultazione delle banche dati afis e sdi.

Ringrazio anche i carabinieri della locale compagnia, con i quali abbiamo una ottima collaborazione ed abbiamo operato congiuntamente la settimana scorsa in un’altra operazione che ha portato anch’essa al sequestro di droga a San Bonifacio.

E soprattutto alla Procura della Repubblica nella persona del dott. Pascucci per la collaborazione.

La polizia locale rimane impegnata al 100% per il contrasto dell’illegalità nel territorio di competenza.

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *