Questo articolo è stato letto 5 volte

Viareggio – Videosorveglianza contro l’abbandono di rifiuti, al via la campagna di Sea e vigili urbani

telecamere in citta' - generiche -per Diego Colombo(Foto: Yuri Colleoni)

telecamere in citta' - generiche - per Diego Colombo (Foto: Yuri Colleoni)Un “sofisticato sistema di videosorveglianza, coordinato dalla polizia municipale in collaborazione con Sea Ambiente” per contrastare l’abbandono incontrollato di rifiuti speciali e materiali ingombranti: è questa la campagna di controlli sul territorio che partirà la prossima settimana a Viareggio.

L’iniziativa è stata decisa ieri in una riunione cui hanno partecipato l’assessore alla polizia municipale Andrea Strambi, il comandante della polizia municipale Vasco Comaschi e la presidente di Sea Ambiente Gemma Borin insieme a funzionari della stessa Sea e a tecnici della ditta di videosorveglianza, ingaggiata dalla società partecipata dal Comune, che ha presentato i propri prodotti.

“La campagna inizierà settimana prossima e le modalità operative e la tempistica ovviamente saranno dettagli resi noti solo a campagna conclusa”, dichiara Strambi. “Obiettivo è ovviamente quello di contrastare un fenomeno assolutamente inaccettabile per la città, che è quello dell’abbandono dei rifiuti ingombranti e anche di quelli non ingombranti, specie, ma non solo, nelle zone coperte dalla raccolta porta a porta e quelle periferiche”.

“Viareggio deve diventare una città decorosa e ordinata ed è per questo che tra le linee di indirizzo che avevo dato alla presidente di Sea, al nuovo assessore e al nuovo comandante della polizia municipale v’era la repressione contro un fenomeno assolutamente da contrastare non solo culturalmente, ma anche individuando i responsabili e sanzionandoli”, è il commento del sindaco Leonardo Betti. “Questo risultato lo riusciremo a ottenere anche attraverso l’impegno massimo che le società Sea Ambiente e Sea Risorse hanno garantito che metteranno per la pulizia della città”.

“Con questa campagna informativa anti-abbandono, avviata all’inizio di luglio, abbiamo sollevato molto l’attenzione sul problema”, spiega Borin. “L’informazione è il primo passo che abbiamo fatto per chiedere ai cittadini che abbandonano i rifiuti di cessare questo comportamento e devo dire che abbiamo avuto da subito un ritorno positivo, con un incremento delle chiamate. Riteniamo ora giusto che, a tutela di chi si comporta correttamente, il Comune attivi questo piano di videosorveglianza e sanzioni”.

Fonte: www.versiliatoday.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *