Questo articolo è stato letto 0 volte

Imperia – Insulti ai vigili urbani su Facebook, rischiano una denuncia

facebook

facebookSfilata di utenti di Facebook in questi giorni negli uffici del Comando della Polizia municipale di via Spontone a Imperia. Tutti ora rischiano una denuncia dopo aver “postato” minacce e insulti nei confronti degli agenti di Polizia municipale del capoluogo. E la sorpresa è che a finire nei guai non sono stati solo ragazzi, ma anche signori di mezza età.
A far scattare la rivolta di internet nei confronti degli uomini del comandante Aldo Bergaminelli, sono stati i recenti episodi primo fra tutti la strage di multe che ha colpito molti automobilisti, per lo più turisti diretti alle spiagge lo scorso fine settimana alla Marina di Porto Maurizio. Circostanza che in questo weekend si è puntualmente ripetuta e sembrerebbe il frutto di una precisa strategia. I proprietari delle auto avevano occupato spazi riservati alle moto. I multati si sono arrabbiati perché sull’asfalto non erano stati disegnati gli stalli per i motocicli.
La risposta del Comando è stata che erano presenti, comunque, i cartelli verticali (che ai sensi del codice della strada fanno fede) di parcheggio riservato ai motocicli, mentre, trattandosi di spazi che dopo l’estate torneranno riservati alle auto, si è preferito evitare di disegnare le caratteristiche linee trasversali per moto e scooter.
Inutili le proteste degli automobilisti inferociti. I vigili si sono dimostrati inflessibili comminando a ciascuno un verbale da 47 euro. A protestare vivacemente sono stati anche i gestori degli stabilimenti balneari e gli operatori della Marina già penalizzati dal cantiere infinito del Por. C’è anche chi si è recato al Comando con tanto di video per dimostrare che la segnaletica era ambigua anche perché non erano ancora stati rimossi i cartelli di lavori in corso, ma non c’è stato nulla da fare.
E sempre a proposito di verbali la stessa scena si è ripetuta nelle prime ore della mattina di domenica scorsa intorno alla piscina “Cascione”, dove c’è stata un’altra strage per la mancata esposizione sul cruscotto da parte degli automobilisti del disco orario pur in presenza della maggior parte dei parcheggi liberi.
A far lievitare la rabbia in rete è stata anche la diffusione della notizia dei “super premi” sotto forma di incentivi promessi ai vigili che si fossero resi disponibili nelle sere d’estate ad effettuare controlli fuori dai locali e sulle strade, con tanto di obiettivi “sensibili” sui quali puntare l’attenzione. Al raggiungimento di un numero minimo di contravvenzioni l’agente avrebbe potuto raddoppiare lo straordinario, portando a casa una sessantina di euro per serata.
La pubblicazione in bacheca dell’avviso è stata resa pubblica è la circostanza ha fatto imbestialire il sindaco Carlo Capacci che ha voluto un confronto col comandante Bergaminelli. Secondo il primo cittadino quel documento doveva restare riservato trattandosi solo di una ipotesi di lavoro che doveva essere discussa in giunta per l’emanazione di una delibera sulla sicurezza nelle sere estive. La diffusione non prevista, però, ha sollevato l’ennesimo polverone intorno al comando della Polizia municipale.

Fonte: www.ilsecoloxix.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *