Questo articolo è stato letto 6 volte

Sommo (PV) – Anestetico per animali venduto come droga da sballo: tre arresti

droga

drogaIl farmaco è un anestetico utilizzato per scopi veterinari: a dosaggi inferiori produce effetti psichedelici.
Tre arresti per droga. È il risultato di un’operazione congiunta tra i carabinieri di Pavia e la Polizia locale di Sommo. Quello che era iniziato come un controllo di routine della circolazione stradale, ha infatti portato alla luce un’illecita attività di spaccio di droga: non solo marijuana e cocaina, ma anche ketamina. Erano circa le 16.30, l’altro pomeriggio, quando una pattuglia dei vigili di Sommo, in via San Fedele, ha fermato una Fiat Punto. Le persone a bordo sono però risultate sospette e la Polizia locale ha richiesto così l’intervento dei carabinieri, arrivati sul posto con una pattuglia del Radiomobile della Compagnia di Pavia.

In un sacchetto di cellophane, che era stato gettato (nel fallito tentativo di disfarsene) nelle vicinanze dell’auto, sono stati trovati sei grammi di marijuana. Subito è scattata l’accurata perquisizione del veicolo, che ha portato al ritrovamento di altra droga: dieci grammi di cocaina e 35 grammi di ketamina. Un farmaco che sarebbe un anestetico, utilizzato più che altro per scopi veterinari, ma che a dosaggi inferiori rispetto a quelli necessari per l’anestesia produce effetti psichedelici, con una sensazione di dissociazione tra mente e corpo. Un allucinogeno che viene assunto in pasticche o anche sniffato in polvere. Una droga che viene usata per lo sballo, ma che ha rischi molto elevati: può infatti provocare una depressione respiratoria che può essere letale e può anche portare a psicosi durature o permanenti.

Oltre alle sostanze stupefacenti, i carabinieri hanno sequestrato anche 900 euro in contanti, ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio. Sono quindi scattati gli arresti per D.M., 57enne residente ad Alzano Scrivia (Alessandria), pensionato già gravato da precedenti di polizia; P.D., 28 anni, e M.D.G., entrambi residenti a Voghera, disoccupati e pure già gravati da precedenti di polizia. I tre arrestati sono stati rinchiusi nella casa circondariale di Torre del Gallo, a disposizione dell’autorità giudiziaria competente, in attesa dell’udienza di convalida. Per tutti è tre, l’accusa, in concorso, è quella di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Fonte: www.ilgiorno.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *