Questo articolo è stato letto 5 volte

In perizoma lungo la statale? Nulla di strano per la Cassazione

E’ questa la conclusione alla quale è arrivata la Cassazione Penale sez. III 26/9/2014 n. 39860.
I fatti traggono origine da alcune denunce nei confronti di alcune “lucciole” che mostravano le proprie grazie per attirare l’attenzione degli automobilisti. Secondo la Cassazione, tenuto conto che il perizoma, pur piccolo, copriva l’organo sessuale, non si ravviserebbe la violazione della pubblica decenza, elemento richiesto per la sussistenza del reato previsto dall’art. 726 codice penale.
Continua la Cassazione affermando che “l’esibizione dei glutei femminili pressoché scoperti in spiaggia e nel periodo estivo, anche in luoghi solitamente frequentati da bambini, viene ormai accettata dalla maggioranza come manifestazione, magari non eticamente apprezzabile, forse anche diseducativa, ma non penalmente rilevante, in quanto non produttiva di quel senso di disgusto, disagio e disdegno integrativo della fattispecie codicistica”. Allo stesso modo non provocherebbe turbamento nell’uomo medio l’esibizione di glutei da parte delle “lucciole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *